Va a pesca e si perde a Cugnana, un 52enne olbiese soccorso dalla Guardia Costiera di Golfo Aranci

OLBIA. L’Ufficio Circondariale Marittimo di Golfo Aranci al Comando del TV (CP) Angelo Filosa e la Delegazione di Spiaggia di Porto Rotondo al Comando del 1° Mar. Giampaolo Izzo sono intervenuti intorno alle 20 per ricercare una persona che si era smarrita nei pressi del Golfo di Cugnana, del Comune di Olbia. Le operazioni si sono svolte sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Olbia, la quale ricevuta la segnalazione dalla persona disorientata, allertava immediatamente l’Ufficio Circondariale per l’avvio delle ricerche. Il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Golfo Aranci inviata in zona due pattuglie con l’intervento anche una pattuglia della Stazione Carabinieri di Porto Rotondo. La persona che aveva perso l’orientamento, un Olbiese di 52 anni, aveva parcheggiato la propria autovettura nel primo pomeriggio e si era recato nel Golfo di Cugnana per effettuare attività di pesca sportiva. Tuttavia, data la particolarità della costa, perdeva l’orientamento e con l’arrivo dell’imbrunire non riusciva più a ritrovare la strada, anzi finiva presso un istmo e da li decideva di allertare i soccorsi.

Appena ricevuta la chiamata, l’Ufficio Circondariale allertava la locale Delegazione di Spiaggia, ed il Mar. Izzo, molto esperto dell’orografia locale, intuiva immediatamente la zona e vi si dirigeva per cercare la persona smarrita. Infatti dopo nemmeno 20 minuti di ricerca avveniva il primo contatto visivo, e la persona, non appena avvistati i lampeggianti, si dirigeva verso le pattuglie attraverso i bassi fondali paludosi. La persona risultava in buono stato di salute e veniva accompagnata presso la propria autovettura per un tranquillo rientro alla propria residenza. Per lui, solo un piccolo spavento. Grazie alle sinergie nell’Organizzazione della Guardia Costiera di Golfo Aranci, con la collaborazione del Comando Stazione dei Carabinieri di Porto Rotondo, si è potuto registrare il buon esito delle ricerche in brevissimo tempo.

L’ufficio Circondariale Marittimo di Golfo Aranci ricorda, in qualsiasi evenienza, il numero blu gratuito 1530, oltre ai consueti mezzi di comunicazione.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche