Air Italy sostituisce uno dei Boeing 737max con un A319 del partner Bulgaria Air

OLBIA. La compagnia Air Italy corre ai ripari dopo il blocco dei tre Boeing 737 Max8 per presunti problemi al software di volo e ha organizzato la sostituzione di un aereo grazie al proprio partner strategico Bulgaria Air. Appena due settimane fa, il 28 febbraio, Air Italy ha annunciato l'avvio del code-share con Bulgaria Air, e questo nuovo accordo segna un ulteriore passo per lo sviluppo della partnership. "In seguito al fermo del nostro aereo B737, era fondamentale trovare una sostituzione il più rapidamente possibile, così da ridurre al minimo l'impatto sui nostri passeggeri", ha dichiarato il Chief Operating Officer di Air Italy, Rossen Dimitrov.

"Ora, grazie al nostro partner strategico Bulgaria Air - e in particolare al supporto fornitoci rapidamente e generosamente da Ivo Kamenov, Chief Executive Officer di Chimimport AD, una delle principlai holding della Bulgaria della quale fa parte Bulgaria Air, e del Chief Executive Officer di Bulgaria Air, Hristo Todorov - siamo riusciti a noleggiare un loro aereo A319 in brevissimo tempo.

"Proprio il mese scorso abbiamo annunciato l’accordo di code-share con Bulgaria Air e quest’ultima collaborazione dimostra ancora una volta questo stretto rapporto commerciale e la forza di questa preziosa partnership. Data la situazione generale nel nostro settore in questo momento, siamo davvero grati ai nostri partner”. Bulgaria Air noleggerà un A319 ad Air Italy per un periodo di tempo con l'obiettivo di coprire alcune rotte del network. I B737 Max 8 presenti nella flotta di Air Italy, così come quelli di altre compagnie aeree, rimarranno fermi in linea con le direttive degli enti regolatori aeronautici internazionali.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS