TAEKWONDO

Il Team Antonio Carta ancora protagonista ad Alghero con 9 ori, 4 argenti e 4 bronzi

OLBIA. Domenica ricca di emozioni e di medaglie, l’ennesima della stagione, per il team Angedras Taekwondo, del maestro Antonio Carta. Nel palazzetto “La Cunetta” di Alghero si sono sfidati sul tatami, per il torneo di Alghero, ben 330 , di 26 società sarde, tra i quali 20 atleti del Team Carta, che con 9 ori, 4 argenti e 4 bronzi hanno consegnato alla società la coppa come 3° società classificata. Sul primo gradino del podio sono saliti Thomas Aru, Andrea Mura, Salvatore Mura, Demetrio Mascia, Davide Mascia, Maurizio Anedda, Mario Iai, Angius Roberto eseguendo delle ottime forme. Gli argenti sono arrivati da Emilio Sarao, Alessandro Roncaglia, Paolo Carta e Mario Aru. Medaglia di bronzo invece per Gabriele Padre, Manuel Madeddu, Claudio Frau e Alessandro Ghiani. Non sono approdati in finale, ma hanno dimostrato tecnica ed eleganza nelle forme, anche Luigi Amadori, Lorenzo Sforza, Daria Dinu e Fabian Roncaglia.

“Questo torneo per noi è stato un pò problematico. A causa di motivi organizzativi, tutta la nostra preparazione è stata azzerata mercoledì, e abbiamo dovuto riiniziare tutto solo 3 giorni prima della gara. In 3 giorni i ragazzi hanno dato il loro meglio, si sono allenati duramente mattina e sera per recuperare quello che pensavo fosse impossibile. Domenica sono saliti sul tatami, pieni di grinta, determinati come mai, e con grandissimo mio stupore hanno dimostrato ancora una volta tutto il loro immenso valore. Sono orgoglioso di loro, sono orgoglioso di come stanno crescendo tutti. Sono stati straordinari. Un ringraziamento doveroso va alla palestra Planet Fitness Olbia, dove il Maestro Antonio Carta allena, e al suo proprietario Luciano Decandia, per la disponibilità nel concederci la palestra, in giornate e orari a noi non destinati, senza il quale non avremmo potuto ottenere questo risultato. Ora gli ultimi sforzi in vista di alcuni appuntamenti di combattimento.”
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

SIDDURA MAÌA