La Kan Judo Olbia fa il pieno di medaglie al Trofeo regionale Yano Macomer

OLBIA. I piccoli atleti del Kan judo Olbia-Judo team Angelo Calvisi protagonisti al Trofeo regionale Yano Macomer, manifestazione preagonistica (riservata a bambini tra i 4 e gli 11 anni) che ha visto la partecipazione di 404 atleti in rappresentanza di 30 società provenienti da ogni parte della Sardegna .Il maestro Angelo Calvisi, con i suoi collaboratori Gavino Carta e Salvatore Calvisi ha presentato venti baby judoka che hanno ottenuto un ottimo risultato conquistando 12 medaglie d’oro, tre di argento e 5 di bronzo.

Sono saliti sul gradino più alto del podio Diego Langiu, Amir Romdhani, Francesco Spano, Veronica Derosas, Noemi Rosas, Riccardo Nappo, Gianmario Sanciu, Riccardo Virdis, Matilde Bonino, Riccardo Spano, Nicolas Palitta e Giovanni Cambedda. Medaglia d’argento per Sebastiano Calvisi, Francesco Patricio e Veronica Nurzia. Al terzo posto Diana Palitta, Samuele Demuru, Riccardo Moritttu, Riccardo Careddu e Dennis Canu. Sul fronte degli agonisti, il Kan judo Olbia era presente con un proprio atleta alla terza fase del Gran Prix regionale esordienti A  che si è disputata ad Arborea. Davide Lepri, che aveva conquistato l’oro nella seconda tappa, è stato purtroppo bloccato nelle fasi eliminatorie e si é classificato al secondo posto nella classifica regionale della categoria.

Nella palestra di via Perù, intanto, si mette a punto la preparazione della squadra dei cadetti per un prestigioso appuntamento internazionale, la Budapest Judo cup che si disputerà nella capitale ungherese il 28 e 29 aprile e che vede circa 1500 partecipanti, prevalentemente dall’est Europa. Accompagnati dal maestro Angelo Calvisi e da Salvatore Calvisi, saliranno sul tatami i cadetti Simone Rosas (55 kg), Carlo Altana, Manuel Asara (66 kg) e Massimo Romdhani (73 kg).
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS