Sagra del mirto Telti

Scarica le acque nere del camper in un tombino a Golfo Aranci: 600 euro di sanzione per un turista

OLBIA. Nel pomeriggio l’Ufficio Circondariale Marittimo di Golfo Aranci è stato allertato dalla Security Portuale perché un camperista di origini straniere stava scaricando le acque nere del proprio Camper in un tombino di raccolta delle acque piovane in area portuale. Immediato l’intervento degli uomini in divisa blu al Comando del T.V. (CP) Angelo Filosa, che hanno provveduto a interrompere l’azione illecita. Il nucleo Operativo di Intervento Portuale di Golfo Aranci, all’arrivo, avvertiva un forte odore e verificava la presenza di una chiazza di acque nere sul piazzale portuale nei pressi del tombino, sotto il Camper. Infatti il camperista si era posizionato sul tombino ed aveva aperto il rubinetto dello scarico. La Guardia Costiera procedeva a identificare l’uomo e a contestare il comportamento illecito. Il camperista, condotto presso gli Uffici del Circondario Marittimo è stato verbalizzato per abbandono di rifiuto liquido speciale con la sanzione del pagamento in misura ridotta di una somma pari a 600 euro previsto dall’art. 255, comma 1 del D.Lgs 152/2006. Purtroppo non è dato sapere la quantità di acque nere scaricata, comunque il camperista nel comprendere la leggerezza, spontaneamente si scusava e tentava di ripulire con acqua pulita.

L’ufficio Circondariale Marittimo di Golfo Aranci, coordinato dal Direttore Marittimo CV (CP) Maurizio TROGU, in vista della stagione balneare continua nelle attività di controllo ambientale per la tutela della qualità delle acque. Per qualsiasi evenienza, si ricorda il numero blu gratuito 1530 per le emergenze in mare, oltre ai consueti mezzi di comunicazione.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA