La Gallura conquista sei bandiere blu, ma senza servizi la Sardegna si attesta al quinto posto

OLBIA. Quattordici bandiere blu. E’ il bottino che porta a casa la Regione Sardegna nella classifica annuale stilata dalla Foundation for Enviromental Education. Sei i comuni galluresi che possono vantare i prestigiosi riconoscimenti: Badesi, Vignola, Trinità d’Agultu, Santa Teresa Gallura, La Maddalena e Palau. Gli altri comuni sardi sono Castelsardo e Porto Ferro, Torregrande nell’oristanese, Bari Sardo e Tortolì nel nuorese. Nel cagliaritano il Poetto di Quartu, Mare Pintau, porto Tramatzu a Teulada e la spiaggia di Maladroxia a Sant’Antioco.

Nella classifica tra le regioni la Sardegna si classifica “solo” al quinto posto. Le spiagge sarde in generale, seppur tutte candidate e a pieno titolo le più belle al mondo peccano dei requisiti previsti dalla fondazione che prevedono oltre alla qualità del mare anche alcuni servizi degli stabilimenti sugli arenili. Al primo posto la Liguria, a seguire la Toscana, la Campania e le Marche.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA