Secondo meeting nazionale di canottaggio a Piediluco, ci sarà anche la canottieri Olbia

OLBIA. I canottieri sardi, seppur con numeri ridotti, hanno partecipato al Secondo Meeting Nazionale in programma il 4 e 5 maggio a Piediluco. Cinque gli atleti provenienti dalla Sardegna, tre dei quali iscritti nelle specialità dove era previsto un numero massimo di iscrizioni per regione: Carlotta Serra della Canottieri Olbia ha partecipato al singolo ragazze, Manuel Pinna del Sannio Bosa al singolo ragazzi e Gloria Avellino, Sannio Bosa nella regata valutativa singolo junior sotto gli occhi del tecnico sardo responsabile del settore junior femminile, Massimo Casula. A completare la rappresentanza sarda il doppio senior di Olbia composto da Riccardo Maimone e Gianni Borrelli.

Tutti gli equipaggi si sono fermati alle fase di qualificazione ma I tecnici sardi raccolgono, comunque, il lato positivo; in particolare il tecnico del Sannio Bosa, Giuseppe Sotgiu si ritiene soddisfatto: “Nonostante i ragazzi si siano fermati alla fase di qualificazione, possiamo ritenerci sufficientemente soddisfatti, anche perché sia Gloria che Manuel hanno gareggiato in specialità molto difficili e valutative con i migliori atleti della categoria nello scenario nazionale. Andiamo avanti lavorando duramente e puntando a migliori risultati in vista dei prossimi obiettivi stagionali”. Dello stesso avviso il tecnico olbiese Roberto Ferrilli che afferma: “La partecipazione alle competizioni nazionali è per noi fondamentale per intraprendere un percorso di crescita e miglioramento continuo, soltanto grazie al confronto continuo e ad alti livelli i nostri ragazzi possono ottenere risultati sempre migliori”.  

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS