Tante novità nell'estate 2019 targata Marriott Costa Smeralda, ecco di cosa si tratta

OLBIA. La conferenza stampa di ieri al Cala di Volpe è stata l’occasione per presentare tutte le novità della stagione 2019 volute dalla Marriott Costa Smeralda e Qatar Holding che la gestisce. Ritorna a grande richiesta “The New Costa Smeralda Experience” che quest’anno si chiamerà “Your Costa Smeralda Experience e che si svolgerà il 20, 21 e 22 giugno. “Sarà una tre giorni molto intensa -ha dichiarato Giulia Mundula, direttrice marketing di Marriott Costa Smeralda- con un gruppo stampa proveniente da tutte le parti del mondo e avremo la possibilità di mostrare loro tutte le bellezze del territorio a partire dalle tradizioni enogastronomiche dell’Italia e della Sardegna. Quest’anno tutti gli eventi avranno un filo conduttore che legherà tutte le manifestazioni ed è per questo che abbiamo creato un nuovo concept che abbiamo chiamato “Something””.

Si amplia dunque l’offerta dei più prestigiosi alberghi della Costa Smeralda che ha poi spiegato la Mundula: "Dai baby boomers, passando ai millennials, fino ai centennials, cambiano le aspettative, con questi ultimi due che vanno alla ricerca di esperienze e rappresentano il 50% a livello mondiale della domanda legata all’esperienza food”. Dal primo luglio inaugurerà anche un nuovo punto ristoro legato ai prodotti biologici e naturali: si chiamerà “La Fattoria” e utilizzerà frutta e verdura raccolte direttamente dall’orto del Cala di Volpe. Sempre nell’albergo nascerà un locale dedicato alla pasta e alla pizza, aperto vicino alla piazzetta, accanto all’area del Barbecue, per una cena più informale. Conferma anche quest’estate per il Cala Beach. Grande novità anche per l’apertura della Spa del Cala di Volpe in partnership con il colosso mondiale giapponese Sisheido e che inaugurerà il prossimo 15 giugno.  Si rinnovano poi le strutture con dieci nuove stanze e la lobby del Cala di Volpe con un nuovo bancone del ricevimento e del  bar e arredi  che rendono l’ambiente più luminoso e fresco.

Sul fronte ambientale la Marriott Costa Smeralda ha deciso di dire no alla plastica. “Abbandoniamo l’uso della plastica , sostituendo tutti i prodotti monouso con equivalenti compostabili – ha spiegato Giovanni Simula, direzione acquisti di Marriott Costa Smeralda -. La nostra strategia punta sulla riduzione delle bottiglie di plastica attraverso l’uso di quelle in vetro, con il meccanismo del “vuoto a rendere” e l’introduzione di una linea di prodotti in Tetrapak”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA