Olbia Film Network e Figari Film Network incassano il successo dell'edizione 2019

OLBIA. Si è conclusa con successo e numeri record l’edizione 2019 dell’Olbia Film Network, il festival internazionale di cinema e mercato dell'audiovisivo che dal 14 al 23 giugno ha portato nel capoluogo sardo professionisti ed ospiti, produttori, registi, sceneggiatori e Film Commission italiane, e al suo interno il Figari Film Fest, festival internazionale di cortometraggi giuntola suo nono anno.
Un’edizione caratterizzata da 230 accreditati Industry, 45 cortometraggi e 4 lungometraggi proiettati, 500 film nella video library a disposizione dei distributori e buyers, 48 produzioni cinematografiche coinvolte e 8 festival internazionali partner.

La serata di chiusura ha visto protagonisti i cortometraggi del Figari Film Fest. Giurate d’eccezione di quest’anno le attrici Lucia Ocone e Alessia Barela che hanno assegnato il premio al miglior corto d’animazione e al miglior corto internazionale, rispettivamente "Selfies" di Claudius Gentinetta e "Fauve" di Jérémy Comte. Il Premio per il miglior cortometraggio nazionale e il miglior corto regionale è stato assegnato invece da Tamas Gabeli, direttore del Festival Busho di Budapest  e dalla regista iraniana Farnoosh Samadi che di comune accordo hanno premiato “Il mondiale in piazza” di Vito Palmieri e "Warlords” di Francesco Pirisi. Nella nuova sezione dedicata alle storie di donne si è imposto “Deserter” della giovane israeliana Prague Benbenisty, e infine il Premio Rai Cinema per il miglior film in concorso è andato a “Il nostro concerto” di Francesco Piras che verrà trasmesso su tutte le piattaforme Rai.
Per la sezione Corto Sardegna, che da invece l’opportunità di realizzare un progetto grazie al premio di 10.000 euro, è stata premiata la sceneggiatura di “Supernova” di Annette Fabiana Lupo.
Nel corso del Festival sono stati inoltre consegnati un Premio speciale alla carriera ad Alessandro Borghi, il Premio Comunicazione a Le Coliche,  il Premio Bracco ai migliori giovani attori dell’anno a Linda Caridi e Andrea Carpenzano, il Premio Cinema e Parole a Fabio Celenza, i Premi Opere Prime a Bonifacio Angius per “Ovunque Proteggimi”, a Laura Luchetti per “Fiore Gemello” e Augusto Fornari per “La casa di famiglia”, accompagnato al festival da Matilde Gioli e Toni Fornari protagonisti della sua opera prima.
Tra gli ospiti giunti ad Olbia anche gli attori Jacopo Cullin, Paola Minaccioni e Lorenzo De Angelis e i musicisti MICALI, Frances P, e Audiomagazine protagonisti con i loro concerti degli After Fest.
Anche quest’anno la manifestazione ha dunque sostenuto e dato visibilità agli esordi cinematografici, al cinema indipendente, ai nuovi progetti locali, nazionali ed internazionali, grazie al costante lavoro del direttore artistico Matteo Pianezzi, e di tutto il giovane staff che ha prodotto un festival con proiezioni serali gratuite aperte al pubblico ed incontri professionali quotidiani.
Proponendo conferenze, pitch, location scouting e momenti conviviali il Festival ha messo in contatto buyers da tutta Europa, fra cui Rai Cinema, Sky Serie, Lucky Red, Vivo Film, Kimera, France Tv, RTVE e realtà ancora giovani ed in fase di affermazione che hanno presentato i loro progetti in cerca di distribuzione o di produzioni.
La manifestazione è stata sostenuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dalla Regione Autonoma della Sardegna, dalla Fondazione Sardegna Film Commission e dal Comune di Olbia.


Elenco vincitori FIGARI FILM FEST 2019

-FFF NATIONAL COMPETITION
"Il mondiale in piazza" di Vito Palmieri

-FFF INTERNATIONAL COMPETITION
"Fauve" di Jérémy Comte

-FFF WOMEN'S STORIES COMPETITION
"Deserter" di Prague Benbenisty

-FFF ANIMATION COMPETITION
"Selfies" di Claudius Gentinetta

-FFF REGIONAL COMPETITION
"Warlords" di Francesco Pirisi

-PREMIO RAI CINEMA
"Il nostro concerto" di Francesco Piras


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA TÌROS