Dal 16 al 21 luglio ritorna il Festival del Cinema di Tavolara alla sua 29esima edizione

OLBIA. “Una notte in Italia”, il celebre Festival di Tavolara che si svolge sull’isola nel golfo di Olbia, unica arena al mondo a cui si accede solo via mare, quest’anno festeggia la 29esima edizione dal 16 al 21 luglio, dopo aver avuto nel mese di giugno, dal 7 al 9, un appuntamento formativo con il grande fotografo di scena Angelo Turetta, e poi un workshop sulla regia, dal 22 al 23, con Daniele Luchetti. La manifestazione “Una notte in Italia”, fondata dai fratelli Marco e Augusto Navone con la direzione artistica di Piera Detassis, cresciuta di importanza e di visibilità nel corso degli anni, ha sempre avuto al suo centro, oltre alle proiezioni serali nell’isola di Tavolara, gli incontri pomeridiani con gli ospiti del Festival, attori e registi, nella piazzetta di Porto San Paolo, e nelle ultime edizioni si è rivolta con grande attenzione a scuole, a giovani e studenti, coltivando la sua vocazione formativa.

La madrina di quest’anno è l’eclettica Donatella Finocchiaro, di cui si vedranno in anteprima le immagini del suo ultimo film Nonostante la nebbia, diretto dal grande regista Goran Paskaljevic. Il Festival inizia martedì 16 luglio alla Peschiera di San Teodoro, nell’oasi naturalistica, con la presentazione del libro 20 storie di natura, a cura di Domenico Ruiu, e a seguire il cortometraggio Il nostro concerto di Francesco Piras, in collaborazione con la Fondazione Accademia del cinema italiano - Premi David di Donatello, per terminare con Dafne di Federico Bondi, presente la protagonista, Carolina Raspanti.

Mercoledì 17 luglio verrà proiettato il corto di Gianfranco Gallo Denise al di là del vetro alla presenza dell’attore ora anche regista, e a seguire Shooting the Mafia di Kim Longinotto con Letizia Battaglia, presente al Festival.

Giovedì 18 luglio verrà proiettato il corto prodotto da OffiCine (IED e Anteo) in collaborazione con Antrax IT Fulmini e saette con Carolina Crescentini e Mario Sgueglia, regia Daniele Lince, e Troppa Grazia di Gianni Zanasi con Alba Rohrwacher, presente alla rassegna.

Venerdì 19 luglio le proiezioni saranno all’isola di Tavolara con Io Leonardo, Making of, anteprima di Sky Arte, presenti Francesco Pannofino e Angela Fontana, La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi, presente al Festival, e con Favola di Sebastiano Mauri, protagonista Lucia Mascino, ospite della manifestazione.

Sabato 20 luglio verrà consegnato il premio EcoMov cinematavolara speciale alla carriera a Benito Urgu, in collaborazione con Sardinia Film Commission. In programma il corto OffiCine (IED e Anteo) in collaborazione con Mini: Una tradizione di famiglia con Matilde Gioli, Ivano Marescotti, Erica Del Bianco, alla presenza del regista Giuseppe Cardaci e del direttore artistico del progetto, Silvio Soldini. A seguire, il film, campione d’incassi in Sardegna, L’uomo che comprò la  luna di Paolo Zucca. Ad accompagnare il film ci saranno il regista, Geppi Cucciari, e Jacopo Cullin. C’è tempo di Walter Veltroni, presente il regista, chiuderà la serata.

Domenica 21 luglio, verrà consegnato il premio EcoMov cinematavolara a Stefano Fresi, in collaborazione con Sardinia Film Commission; si vedranno le immagini in anteprima del primo film italiano di Goran Paskaljevic Nonostante la nebbia con Donatella Finocchiaro, a seguire il corto Frontiera di Alessandro di Gregorio in collaborazione con la Fondazione Accademia del cinema italiano - Premi David di Donatello. Si conclude con l’anteprima del film Tutti pazzi per Yves di Benoît Forgeard.

Il Festival di Tavolara è organizzato delle Associazioni Argonauti e Cinematavolara, in collaborazione con Sky Arte HD, Mini e la Fondazione di Sardegna, è patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dal Ministero dell’Ambiente, dall’Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo, dalla Regione Autonoma della Sardegna, con gli Assessorati alla Cultura e al Turismo e dai tre Comuni coinvolti: Olbia, San Teodoro e Loiri - Porto San Paolo.

A sostenere l’evento, presente nel circuito degli eventi cinematografici in Sardegna, Le Isole del cinema, Eni, Sinergest, Moys Marina di Olbia, Edugov, Moby, Tirrenia, Immobilsarda, Cantine delle Vigne di Piero Mancini, Wella, Intesa San Paolo e Naima e la Sardinia Film Commission.

Gli incontri in piazzetta a Porto San Paolo avranno come media partner il settimanale Elle.

Mini rivive la settima arte presentando in anteprima assoluta il progetto Mini Filmlab, dedicato ai giovani film-maker, con il supporto di OffiCine (progetto culturale nato dalla collaborazione di Anteo spazioCinema e Istituto Europeo di Design). I cortometraggi sono stati realizzati sotto la supervisione artistica del regista Silvio Soldini.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA MAÌA