Incendio nella sala macchine di uno yacht a Caprera, in azione la Guardia Costiera di La Maddalena

OLBIA. Alle 1130 di oggi, la Sala Operativa della Guardia Costiera di La Maddalena ha ricevuto la richiesta di aiuto dall’unità da diporto “Princess Iluka”, battente bandiera maltese di circa 30 metri, la cui sala macchine risultava essere interessata da un incendio. L’unità si trovava in navigazione in prossimità di Punta Crucitta, Isola di Caprera, con a bordo 6 persone di equipaggio e 5 passeggeri.
Sul posto è stata inviata la CP870, la CP714, che ha portato i passeggeri ed i membri dell’equipaggio, tutti in buono stato di salute, a terra nel più vicino Porto Massimo, ed è stata dirottata la CP570, già in pattugliamento nell’ambito dell’operazione Mare Sicuro.
Richiesto l’intervento in zona di operazioni di personale dei VVF di La Maddalena per le attività di completo spegnimento dell’incendio e di messa in sicurezza del locale interessato, nonché della ditta locale specializzata, che ha circoscritto l’intera unità con delle panne galleggianti, posizionate in modo precauzionale per scongiurare eventuali fuorisciute di carburante.

Incisiva e determinante la sinergia operativa dimostrata dall’operatore tecnico, dal personale dei VVF e da tutti gli equipaggi delle motovedette intervenuti, che ha scongiurato il peggioramento della situazione, concludendo l’operazione rimorchiando l’unità fino al più vicino e prossimo sorgitore.
Ora l’unità si trova in sicurezza presso Porto Massimo, e da una prima analisi, l’evento sarebbe stato provocato da un cortocircuito di tipo elettrico ed al riguardo, la Guardia Costiera di La Maddalena effettuerà gli approfondimenti amministrativi di rito, raccogliendo le testimonianze del comandante dell’Unità.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

SIDDURA MAÌA