Cottage vista mare abusivi a Cala Sassari, in azione Guardia Costiera e Polizia Municipale

OLBIA. Attività congiunta tra l’Ufficio Circondariale Marittimo e la Polizia Municipale di Golfo Aranci presso alcune aree di Cala Sassari con il sequestro di due strutture mantenute senza alcun titolo e realizzate in area soggetta a vincolo paesaggistico.
Nella mattinata odierna, durante un sopralluogo presso le aree di pregio di Cala Sassari nel Comune di Golfo Aranci il personale dei due Comandi golfoarancini hanno rinvenuto due veri e propri cottage con vista sul mare.  Il primo, nascosto tra la vegetazione, affacciava direttamente su una caletta adiacente con accesso riservato, ed era di più semplice fattura, mentre il secondo era dotato di ogni confort con predisposizione per l’energia elettrica, distribuzione di acqua corrente, angolo cottura, cucina a gas, barbecue, una lunga tavolata con sedie ed un fabbricato realizzato con pilastrini e travi in ferro zincato e tamponatura con pannelli plastici coibentato. Tuttavia, entrambe le strutture erano state realizzate in area soggetta a vincolo paesaggistico e nella fascia di rispetto del demanio marittimo.
Immediatamente scattava il sequestro penale con informativa presso la Procura della Repubblica di Tempio Pausania per la convalida del provvedimento. I reati contestati vanno dall’abuso edilizio alle violazioni urbanistiche nonché al reato paesaggistico-ambientale e demaniale marittimo per innovazioni non autorizzate in area soggetta a vincolo.
La Guardia Costiera di Golfo Aranci al Comando del T.V.(CP) Angelo Filosa e la Polizia Municipale guidata dal Comandante Mario Fasolino stanno intensificando le attività di controllo congiunto sulla fascia costiera al fine di contrastare lo sfruttamento delle risorse ambientali e paesaggistiche, vera forza del territorio sardo.
L’ufficio Circondariale Marittimo di Golfo Aranci, opera sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Olbia guidata dal C.V. (CP) Maurizio TROGU, al fine di tutelare l’ambiente e la fascia demaniale marittima. Per qualsiasi evenienza, si ricorda il numero blu gratuito 1530 per le emergenze in mare, oltre ai consueti mezzi di comunicazione.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS