"La tua idea di impresa" secondo i giovani, lanciato il concorso nazionale promosso da Confindustria

OLBIA. Ritorna “La tua idea di impresa” (Latuaideadimpresa®), il progetto di diffusione della cultura d’impresa nelle scuole promosso dalla Confindustria nazionale e che Confindustria Centro Nord Sardegna porta negli istituti superiori del territorio. Questa mattina (8 ottobre) il Liceo Scientifico “Spano” di Sassari ha aperto le sue porte a un incontro informativo, un’occasione per capire meglio come si svolgerà quella che si presenta come una vera e propria competizione nazionale tra idee di impresa elaborate da team di studenti che diventano start upper. Nell’Aula magna dell’Istituto di via Monte Grappa i responsabili di Sistemi Formativi Confindustria e dell’organizzazione Noisiamofuturo® hanno illustrato il programma. L’iniziativa, attraverso l’attività progettuale e il coinvolgimento delle scuole aderenti e degli studenti (delle classi del terzo, quarto e quinto anno), contribuisce, fino ad un massimo di 80 ore, all’adempimento dell’obbligo dell’alternanza scuola-lavoro.

Anche Confindustria Centro Nord Sardegna aderisce al progetto nazionale, che compie il decimo anno. Sono stati registrati significativi risultati: nelle ultime tre edizioni gli studenti del Liceo Spano, con il supporto di Confindustria CNS, hanno portato a casa il primo posto nel 2017 e nel 2018, con un ottimo piazzamento anche nella scorsa primavera grazie al progetto “Step One - One step forward - il passo che produce elettricità”. “La tua idea di impresa” ha trovato inoltre la collaborazione e il supporto della Camera di Commercio di Sassari nelle fasi formative e di orientamento.
Nell’Aula Magna del Liceo Spano è intervenuto in apertura il dirigente Antonio Gavino Deroma, che ha sottolineato l’importanza dell’interazione con il mondo delle imprese nell’ottica dell’alternanza scuola-lavoro. Ha preso la parola per i saluti anche il responsabile dell’iniziativa per Confindustria Centro Nord Sardegna Roberto Chironi: «Il nostro obiettivo è dare un segnale ai giovani, promuovendo attività direttamente nelle scuole. Anno per anno abbiamo notato che c’è stato un innalzamento dell’asticella: la qualità insomma si è molto elevata».

Paola Previdi, amministratore delegato di Sistemi Formativi Confindustria, ha presentato la nuova edizione di “La tua idea di impresa”. Per gli studenti è previsto un lavoro in gruppi di massimo dieci componenti, che dovranno elaborare un’idea di impresa, un business plan e una presentazione video. La fase finale si svolgerà ancora una volta in occasione del Festival dei Giovani. Tra le novità di questa edizione 2019-20 il sito di progetto, l’inserimento di moduli formativi e lezioni live. Ogni regione può portare alla fase finale un massimo di tre progetti. Sono previsti diversi premi: Speciale Innovazione, Speciale 4 Manager, Circular Economy Innovazione Sistemica e Premio Risorse Umane.
Più di 400 sono state finora le scuole in gara, con oltre 12 mila studenti che hanno presentato più di mille idee. Tutte le info sono consultabili sul sito www.latuaideadimpresa.it.
Alla presentazione è inoltre intervenuta Fulvia Guazzone, fondatrice di Noisiamofuturo®, società specializzata nell’ideare e sviluppare progetti di coinvolgimento e formazione dei giovani e artefice del “Festival dei Giovani”, kermesse nazionale di orientamento ed istruzione con percorsi innovativi di alternanza scuola-lavoro, contest di valorizzazione di talenti e competenze, momenti di intrattenimento e svago che nelle due edizioni di Gaeta e Reggio Emilia ha richiamato giovani e studenti provenienti da tutta Italia.
Ha partecipato Paola Grimaldi della Camera di Commercio, ente a cui è stata attribuita la gestione del Registro Nazionale per l’alternanza scuola-lavoro.
Ha infine portato la sua personale testimonianza Salvatore Dessì, direttore generale di Nobento, azienda di rilevanza nazionale, che vanta un’intensa attività di collaborazione con il sistema scolastico e che da tempo intrattiene rapporti importanti con gli istituti superiori.
 
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA TÌROS