Al via da domani a Olbia la prima rassegna letteraria "La città dei libri"

OLBIA. Sabato 19 e domenica 20 ottobre prenderà avvio a Olbia la prima rassegna letteraria “La città dei libri”. Due giorni di intenso programma con presentazioni di libri, dibattiti, musica, recitazione e poesia. L'evento è organizzato dalla Casa del Popolo di Olbia (via Porpora, 50), che in questi ultimi anni si è distinta con la promozione di uno spazio dedicato alla cultura, alla società e alla solidarietà, con organizzazione di corsi di varia natura, eventi culturali, e progetti solidali e sociali.

Il tema di questo primo incontro letterario la Città dei Libri, è “La finestra sul mare”. La città dei libri è dunque una idea di cittadinanza legata al mondo del libro e della cultura, che non a caso nasce a Olbia, che è città di mare e una delle più importanti porte della Sardegna. Olbia città di mare, rappresentativa di mondi diversi, di una sardità estesa, e persino di cosmopolitismo multietnico, si presenta come luogo di cultura e di sapere, e soprattutto come luogo di confronto. La finestra sul mare è dunque un'idea di apertura mentale che nasce a Olbia, e considera la Sardegna come punto di osservazione verso l'esterno. Troppo spesso, infatti, in Sardegna ci si rinchiude nella propria storia, nelle proprie vicende, nei propri confini. Il mare, che definisce i contorni dell'isola, a seconda di come lo si intende, può diventare elemento di isolamento o, al contrario, elemento di relazione, di conduzione di saperi e idee, di viaggio. Pertanto gli incontri con i diversi autori, in questa prima rassegna, sono pensati per provare ad alzare lo sguardo verso l'orizzonte, e a concepire la Sardegna come osservatorio, come luogo di molteplici esperienze storiche e culturali idonee alla migliore comprensione del mondo.

La manifestazione, organizzata dagli animatori della Casa del Popolo con il responsabile Gianni Cirotto, vedrà la direzione artistica dell'antropologo Fiorenzo Caterini, e con il patrocinio del Comune di Olbia, con la collaborazione della libreria Ubik di Olbia e di Indielibri. Nelle prima giornata, che inizierà a partire dalle 16.30, si alterneranno le letture espressive di Franco Firpo, con brani di Placido Cherchi, Italo Calvino e altri; la poesia di Marella Giovannelli con l'autrice e la presenza di Tino Scugugia, un dibattito sullo spinoso tema dell'ipotesi della scrittura nuragica con Francesco Masia e lo stesso Fiorenzo Caterini, il tutto accompagnato dalla musica con Sergio Asara e Gabriella De Francesco.
La giornata di domenica,anch'essa intervallata dalla musica dei citati musicisti, inizierà con la poesia gallurese di Andrea Columbano, per seguire con Franca Falchi, autrice emergente di libri per ragazzi, insieme all'editore Giovanni Fara e allo scrittore Filippo Pace. Per concludere il libro di avventura “nuragica” di Salvatore Barroccu che dialogherà con Lidia Fancello

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA MAÌA