Spaccio nel centro cittadino di Olbia, sequestrati 14 chili di marijuana: in arresto due persone

di Davide Mosca
OLBIA. Quattordici chili di marijuana sequestrati, due arresti e una denuncia. E’ il bilancio dell’operazione dei carabinieri del NORM del Reparto Territoriale di Olbia e della Stazione di Olbia Centro coordinati dal comandante Davide Crapa. Tutti i dettagli sono stati illustrati stamani, nel corso di una conferenza stampa, convocata nella caserma del Reparto Territoriale. “Non abbiamo mai smesso di controllare il territorio -ha commentato il comandante Crapa-. L’operazione di oggi è frutto di una lunga attività di indagine supportata dalla Procura di Tempio Pausania  che muove dalle piazze di spaccio del centro cittadino come piazza Mercato . Da un piccolo sequestro di pochi grammi trovato nelle tasche allo spacciatore cerchiamo di risalire la china del traffico e arrivare ai livelli superiori. La nostra indagine ora si concentra proprio su questo aspetto”.

I militari hanno rinvenuto in una campagna della periferia nord di Olbia ventisei buste sigillate ermeticamente che contenevano circa undici chili marijuana. Il materiale era stato occultato sotto un cespuglio. Dai successivi approfondimenti di indagine i militari hanno proceduto al pedinamento e alla perquisizione dell’abitazione di un primo individuo, dove è stato trovato altro quantitativo di marijuana e bilancini di precisione. L’uomo ha confermato di essere lui il custode delle sostanze stupefacenti. Si tratta di un 24enne, cittadino straniero residente a Olbia.

Successivamente è scattata una seconda perquisizione che ha portato all’arresto di F.L., olbiese 33enne, sorpreso in casa con ulteriori tre chili di marijuana, materiale per il confezionamento e denaro contante probabilmente frutto delle attività illecite. I due, entrambi con precedenti di polizia, sono ora agli arresti domiciliari. Una terza persona è stata denunciata all’autorità giudiziaria perché trovata in possesso di 33 grammi dei marijuana. L’attività di indagine, fanno sapere dall’Arma, non è ancora conclusa e non si esclude che questa operazione possa portare a nuovi arresti.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica