Il rapper Marracash ad Arzachena per la notte di Capodanno con il suo nuovo album "Persona"

OLBIA. Nella notte di Capodanno il rapper milanese Marracash salirà sul palco al parco XVIII Novembre, alle 23, per presentare il nuovo album “Persona” e riproporre successi come “Tutto questo”, “Badabum cha cha” o “Nulla accade”. L’evento di fine anno è ormai un classico per Arzachena che, in questa edizione, predilige la musica dedicata ai giovani e allo stile hip hop e urban tipico del cantante di origine siciliana.

“Persona” è un disco intenso che arriva dopo anni di silenzio per il rapper e produttore discografico. Si esibirà per la prima volta dal vivo con i brani inediti per poi dare il via nel 2020 al “In Persona tour” che, tra le altre, ha già due date da tutto esaurito fissate al Forum di Assago il prossimo aprile.
“Questo disco è l’inizio di un nuovo percorso, un album scritto in modo spontaneo, fresco, come se fosse il primo” ha dichiarato l’artista in una recente intervista radiofonica.
Lo spettacolo per il pubblico avrà il via alle 22 con la musica del dj set e l’esibizione di vocalist e ballerine. Alle 00.15, Marracash passerà il testimone alla dj Ema Stokholma.
L’ingresso è libero.

Da lunedì il nuovo album “PERSONA” (Island/Universal Music) è disco di platino e sono stati certificati oro anche i brani QUELLI CHE NON PENSANO – Il cervello, APPARTENGO – Il sangue, BRAVI A CADERE – I polmoni e MADAME – L’anima, dopo aver ottenuto la scorsa settimana la certificazione oro anche per SUPREME - L’ego e CRUDELIA – I nervi (dati diffusi da Fimi/GfK Italia). L’album, l’8 novembre, ha esordito al primo posto della classifica dei dischi (rimanendoci per due settimane consecutive) dei vinili e della Top Singoli, con 12 pezzi nelle prime 13 posizioni! Inoltre, il disco ha superato i 110 milioni di stream e, già nelle prime 24 ore dall’uscita, aveva dominato la Top 50 Italia di Spotify con 15 pezzi nelle prime 16 posizioni, la Global di Spotify con ben 6 brani, nonché la vetta di tutte le piattaforme digitali.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS