Il comune di Golfo Aranci punta forte sul turismo e annuncia alcune novità per il 2020

OLBIA. Non è ancora terminato l’anno ed il Sindaco Mulas e l’Assessore al Turismo Romano anticipano le grandi novità ed il loro comune pensiero per la prossima stagione turistica 2020.

“Per la programmazione dello sviluppo della località turistica siamo partiti dall’analisi dei dati e dei punti di debolezza e di forza della destinazione. Mettendoci nei panni del turista emerge con forza che uno dei punti deboli della destinazione Sardegna sono i trasporti primari (da e per l’isola) e secondari (all’interno dell’isola).  La Sardegna è una delle poche destinazioni dove la maggior parte del budget della vacanza viene spesa per i trasporti. Trasporti che non devono essere solo intesi da e per la Sardegna, ma anche, una volta atterrati o sbarcati sull’isola, quelli per raggiungere la località in cui si soggiornerà. Punto debole che si manifesta anche nello spostamento tra le varie località, azione che quattro turisti su cinque, ritengono fondamentale nella scelta della destinazione Sardegna.  Per ridurre queste debolezze abbiamo avviato l’iter che porterà a dotare il Comune di Golfo Aranci di un sistema di trasporto extraurbano che abbatterà i costi da e per gli aeroporti.
Nell’iter che vedrà il Comune impegnarsi in una collaborazione “nobile” è prevista anche la pianificazione della mobilità urbana totalmente gratuita per collegare i vari punti di interesse turistico.

Altra grande novità sarà l’istituzione di un ufficio turistico permanente che prevede azioni di posizionamento e promozione turistica online, attraverso lo sviluppo del brand Golfo Aranci Mon Amour con l’utilizzo dei social network che uniti alla gestione dell’infopoint avrà il compito di analizzare la qualità percepita dal turista ed elaborare con gli operatori turistici strategie di sviluppo turistico. Per quanto attiene lo sviluppo della nautica, con l’ultima variazione di bilancio abbiamo previsto e affidato, uno studio preliminare per un breakwawe secondario che andrà a riparare il molo frangiflutti del Comune di Golfo Aranci già dalla prossima estate ripristinando 120 posti barca al centro di Golfo Aranci. Aggiungere queste importanti e fondamentali novità con un bilancio comunale sempre più stretto, non sarebbe stato possibile se non ci fosse stato l’adeguamento della tassa di soggiorno ai valori degli altri Comuni limitrofi. Abbiamo evitato di posizionare Golfo Aranci con dei costi maggiori rispetto alle altre località, destinando la maggiore entrata ad un piano preciso per la mobilità urbana ed extra urbana e all’ufficio turistico che si occuperà della promozione e dello sviluppo turistico, azioni che unite ai grandi eventi che da sempre mettono in risalto Golfo Aranci consentiranno in una strategia a breve e medio termine di abbattere le criticità tipiche della destinazione Sardegna”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA TÌROS