Olbia vince il premio come migliore città organizzatrice del mondiale di aquabike

OLBIA. Sharjah, città degli Emirati Arabi, ospita ormai da diversi anni l'ultima tappa del Campionato Mondiale di Aquabike.  Ad assistere alla finale 2019, che si è svolta nei giorni scorsi, sono stati invitati gli organizzatori delle altre tappe del Campionato e tra questi il comune di Olbia che è stato premiato come migliore destinazione organizzatrice. L'assessore al Turismo e alle Attività Produttive, Marco Balata, sabato sera, durante una suggestiva cena di gala che si è tenuta nel deserto, ha ritirato il premio dalle mani di Nicolò di San Germano, presidente di H2O Racing, e del Ministro del Turismo del piccolo Emirato Arabo, lo Sceicco Khalid Al Midfa.

«Si tratta di una gratificazione importante per la comunità. Olbia ha dimostrato di saper accogliere eventi di grande portata, registrando un grande successo di pubblico e dal punto di vista organizzativo» afferma il sindaco Settimo Nizzi.
Balata così commenta l’esperienza nella città araba: «È stata davvero una grande emozione ritirare questo premio, che dà a tutti noi l’incentivo per continuare in questa direzione, a beneficio del turismo e del tessuto economico di Olbia».
Ecco i vincitori. Il “Runabout” è stato vinto Jeremy Perez, francese di origine e sardo di adozione, sposato infatti con una donna isolana. La coppia sta per avere una bambina, che chiameranno Vittoria proprio per celebrare il risultato di Sharjah. Per la categoria “Ski Division”: Kevin Reiterer – Austria; per la “Ski Ladies”: Emma-Nellie Ortendahl – Svezia; per il “Freestyle”: Rashid Al Mulla – Emirati Arabi.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS