Rave party abusivo di capodanno a Marina delle Rose per 300 persone, 94 denunce

OLBIA. Hanno prima tagliato le reti di recinzione del camping Marina delle Rose e poi sono entrati con i camper per festeggiare il capodanno in uno dei posti più belli della costa gallurese nel comune di Aglientu. Luci e impianti professionali per la musica con tanto di palco e tutto senza alcuna autorizzazione.  Sorpresi anche i militari della stazione di Aglientu e gli uomini della forestale che il 31 dicembre scorso, dopo esser stati avvisati di quanto stava accadendo, si sono recati sul posto trovandosi davanti più di trecento persone provenienti perlopiù dal Nord Italia e in parte anche dall’estero. Il rave party era stato organizzato molto tempo prima e promosso attraverso il web, ma senza alcuna autorizzazione e permesso dei proprietari del camping che in questo periodo è dismesso.  I militari, coordinati dal comandante della compagnia di Tempio Pausania Ilaria Campeggio, hanno identificato e allontanato tutti i partecipanti. Gli organizzatori sono stati denunciati per “invasione arbitraria di terreno altrui”. Sul posto anche i forestali per accertare eventuali reati ambientali in un luogo che è un vero e proprio paradiso terrestre.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS