Il Flight Club dell'aeroporto di Olbia rinvia tutti gli eventi come disposto dal ministero

OLBIA. Stop a tutti gli eventi che prevedono assembramenti di persone e distanze ravvicinate nel rispetto del decreto ministeriale approntato per far fronte all’emergenza del Coronavirus. E così anche il Flight Club organizzato dalla Geasar rinvia tutte le manifestazioni in programma per i prossimi giorni. E tra questi l’intervento dell’astronauta Paolo Nespoli, il pranzo spaziale in aeroporto con una tavolata record da duecento posti e il concerto di Paolo Fresu e Danilo Rea in programma questa domenica.

La decisione è stata comunicata ieri, nel corso di una conferenza stampa indetta dall’amministratore delegato di Geasar, Silvio Pippobello: “Dobbiamo chiudere il Flight Club in anticipo e quuesto perché lo prevede il decreto. Noi avevamo tenuto tutti gli eventi più interessanti per gli ultimi giorni.  Ad ogni modo è nostra intenzione recuperare questi incontri, vedremo quando e dove. Il Flight Club è un esperimento molto ben riuscito che ha avuto risposta dalla comunità molto importante e questo ci fa capire che la struttura ci consente di capire che certe manifestazioni possano essere utilizzate a beneficio della comunità.  Complessivamente abbiamo superato le 30mila unità con un lavoro di squadra che ha coinvolto 150 colleghi e oltre quaranta aziende coinvolte”.

Grande successo anche per le mostre che rimarranno comunque presenti nello scalo e che hanno visto la visita di oltre 2500 bambini. Ottima anche la raccolta benefica in favore delle associazioni del territorio con oltre diecimila euro da devolvere.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS