Nuova ordinanza del Ministero della Salute per contenere il contagio da Coronavirus

OLBIA. Il Ministero della Salute ha disposto, a partire dalla giornata odierna, su tutto il territorio nazionale, ulteriori misure per contenere il contagio da Coronavirus. Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona. Ulteriori restrizioni anche relativamente agli spostamenti. Dal venerdì al lunedì compresi, è vietato muoversi verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

Per quanto riguarda gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, chiudono quelli posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante (con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto) e quelli all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri; restano aperti tali esercizi ubicati negli ospedali e negli aeroporti. Naturalmente resta l’obbligo di assicurare il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.
«Non possiamo che essere d’accordo con queste ulteriori misure. – afferma il sindaco Settimo Nizzi – Continuiamo a ripetere che l’unico modo per contenere i contagi è il distanziamento sociale, restare dentro le nostre abitazioni e uscire solo in caso di reale necessità, uno per volta. Più osserveremo con rigore tutte le prescrizioni e prima usciremo da questa situazione».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA TÌROS