EMERGENZA CORONAVIRUS

I sindaci galluresi non ci stanno alla replica della Assl di Olbia: "Ci devono tenere informati"

OLBIA. Ci sono tutti i sindaci di quella Gallura servita dall'ospedale Paolo Dettori di Tempio Pausania a firmare un nuovo documento di replica alle precisazioni di una nota stampa diffusa dalla Assl di Olbia. In particolare i primi cittadini di Tempio Pausania, Aglientu, Badesi, Calangianus, Luogosanto, Luras, Bortigiadas, Santa Tresa Gallura, Trinità D'Agultu e Vignola, Viddalba a chiedere ai vertici dell'Assl di Olbia e Ats Sardegna un'operazione di trasparenza e comunicazione adeguata e costante sui quesiti posti dai sindaci che sono anche autorità sanitarie locali. "Ancora oggi attendiamo formali e puntuali informazioni sulla reale situazione dell'Ospedale Paolo Dettori di Olbia. Ancora una volta - ha dichiarato il vice sindaco di Tempio Pausania Addis - chiedo insieme  a tutti i sindaci del territorio di essere costantemente e ufficilmente informato su ogni circostanza legata all'emergenza sanitaria da diffusione del Coronavirus che riguardi l'ospedale di Tempio Pausania. Chiediamo inoltre la conferma della positività al Covid-19 di un infermiere di un reparto del Paolo Dettori o la smentita della circostanza. Nel caso di conferma sapere quali misure siano state adottate in proposito e se siano stati fatti tamponi al personale".

Potete scaricare (qui il Link) il documento integrale dei sindaci.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS