Sequestro dei conti Tirrenia mette a rischio collegamenti da e per Sardegna, Nizzi: "Irresponsabile"

OLBIA. «Riteniamo assolutamente irresponsabile l’azione da parte dei commissari in questa fase così così delicata per il Paese e, nello specifico, per la nostra isola e la nostra città» così si esprime il sindaco Settimo Nizzi sul sequestro dei conti di Tirrenia Cin.

«Sono incalcolabili le ricadute che questo gesto può avere sulla salute delle persone, sull’ordine pubblico e sull’occupazione. Le navi garantiscono un diritto costituzionalmente sancito, ovvero quello della continuità territoriale. Ancor più grave, l’azione dei commissari mette a repentaglio gli approvvigionamenti dei beni di prima necessità, tra i quali il cibo e i farmaci».

«Auspichiamo, nell’interesse della città da noi amministrata e della Sardegna tutta, un intervento del Governo sui commissari, che li richiami al senso di responsabilità che dovrebbe animare le azioni di chi detiene posti di vitale importanza».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS