Liste di attesa più brevi per i cittadini sardi grazie alla nuova Tac in dotazione al Mater Olbia

OLBIA. Si rafforza la dotazione tecnologica del Mater Olbia Hospital che raddoppia la propria capacità diagnostica attraverso l’attivazione di una nuova Tomografia Assiale Computerizzata (Tac) in grado di venire incontro alle esigenze dei cittadini che necessitano di questo tipo di esami. Il macchinario, acquistato dall’ospedale nelle scorse settimane, è un “gemello” di quello già in uso e rappresenta la migliore offerta dal punto di vista tecnologico. La Tac è già pienamente operativa.

“Il Mater Olbia incrementa la propria dotazione tecnologica di tomografi computerizzati rispondendo alla grande richiesta del territorio di questo tipo di servizi”, spiega Alessandra Falsetti, direttore generale del Mater Olbia Hospital che aggiunge: “Grazie a questa importante strumentazione siamo in grado di aumentare significativamente il numero di pazienti trattati e di assicurare tempi di attesa più brevi. Continua il nostro impegno per offrire servizi diagnostici sempre più efficienti e veloci, a tutto vantaggio dei cittadini sardi”.

La Tac è una strumentazione diagnostica che utilizza i raggi X e in genere viene eseguita dopo radiografie o ecografie, o come approfondimento in seguito a una visita specialistica. Trova ampio utilizzo nello studio analitico di patologie neoplastiche, neurologiche, cardiovascolari e ortopediche. L’impiego della Tac ha diversi vantaggi: in primis, tempi di esecuzione ridotti degli esami e la capacità di ricostruire delle sezioni del corpo anche al di sotto del millimetro.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS