Golfo Aranci

Un nuovo caso di Covid-19 a Santa Teresa Gallura, salgono a tre i contagiati sul territorio

OLBIA. Nuovo caso di positività al virus a Santa Teresa Gallura. A darne comunicazione il sindaco, Stefano Pisciottu. Salgono così a tre i casi sul territorio comunale. Ecco il messaggio del primo cittadino:

“Questa mattina mi è stato comunicato, dal Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della ATS di Tempio Pausania, che è stato riscontrato un altro caso di positività al COVID 19 portando così a 3 i positivi nel nostro Comune.
Il soggetto, la sera stessa del suo arrivo a S.Teresa ha manifestato i sintomi che lo hanno indotto a restare a casa. E’ stata disposta la quarantena obbligatoria e il COC, già attivato per gli altri casi, sta procedendo alle verifiche necessarie e sta fornendo tutto il supporto necessario alle autorità sanitarie e ai soggetti in isolamento. E’ mio dovere informare la Comunità che al momento non ci sono urgenze e la situazione, così come comunicato dagli stessi organismi sanitari, risulta essere sotto controllo.

A tal fine ricordo le seguenti regole di comportamento: 1) Evitare gli assembramenti; 2) Rispettare la distanza di almeno 1 metro dalle persone non conviventi; 3) Lavarsi le mani con frequenza, o utilizzare gel alcolici; 4) Usare la mascherina facciale per la protezione delle vie aeree, nei locali chiusi e aperti al pubblico e all’aperto nelle vie e piazze a alta concentrazione di persone.
UNA PARTICOLARE RACCOMANDAZIONE AI GESTORI E TITOLARI DI ESERCIZI PUBBLICI E LOCALI COMMERCIALI: 1) Tutto il personale deve indossare continuativamente la mascherina durante il turno di lavoro; 2) I tavoli e le sedie di bar e ristoranti devono essere posizionati in modo tale da consentire il distanziamento di almeno 1 metro tra le persone; 3) Obbligo di far indossare la mascherina ai clienti all’interno dei locali, facendo rispettare le distanze di sicurezza; 4) Igienizzare costantemente tutte le superfici a contatto con il pubblico”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Golfo Aranci