Golfo Aranci

Giovani di Valledoria donano macchinario per test sierologici a laboratorio dell'Aou di Sassari

OLBIA. Una centrifuga da banco che consentirà di velocizzare il lavoro di esecuzione dei test sierologici ma che, una volta terminata l’emergenza pandemia, potrà essere utilizzata a supporto dell’attività del laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’Aou di Sassari. A donarla al laboratorio diretto dal professor Salvatore Rubino è stata l’Associazione Eventi beneficenza Valledoria (Aebv).
 
Ieri il presidente dell'associazione, Giacomo Cerrutti, ha incontrato il direttore del laboratorio per ufficializzare la consegna dell’apparecchiatura. «Volevamo contribuire e agevolare il lavoro delle strutture Aou impegnate nella lotta al Covid – afferma – e con i nostri 15 soci dell’associazione abbiamo realizzato una raccolta fondi on line per questa importante apparecchiatura diagnostica».
L’associazione ogni anno organizza a Valledoria il “Rock n’ beer”, evento musicale e gastronomico atteso da tanti giovani del Nord Sardegna e non solo, che catalizza circa 40mila presenze a edizione.
«Quest’anno – spiega Cerrutti – non è stato possibile organizzarlo per la situazione sanitaria, ma la macchina organizzativa, formata da giovani tra i 25 e i 40 anni anni, si è mossa per raccogliere fondi e acquistare la centrifuga».
 
Il direttore del laboratorio, Salvatore Rubino, ha voluto ringraziare il presidente dell’Aebv e ha sottolineato come «grazie a questi gesti, e ai tanti che si sono succeduti nella prima fase della pandemia, è stato possibile incrementare l'attività della struttura che ha dovuto da subito far fronte a una mole imponente di lavoro». «La solidarietà dei nostri concittadini – aggiunge il commissario Antonio Spano – è sempre viva e testimonia la volontà di reagire contro una malattia che, in poco tempo, ha sconvolto la vita di tutti».
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA