Da oggi in vigore l'ordinanza che regola l'ingresso in Sardegna: test rimborsati e lista laboratori

OLBIA. E’ arrivata in serata. Una nuova circolare esplicativa dell’ordinanza che entra in vigore da oggi e che regola l’accesso in Sardegna da parte dei turisti che dovranno presentare un certificato di negatività all’imbarco di porti o aeroporti o in alternativa effettuare un test sierologico o tampone entro 48 ore dall’arrivo sull’Isola. L’ordinanza firmata dal presidente Christian Solinas ha scatenato un mare di polemiche, a partire dalla posizione del Governo e dal ministro Boccia che ha minacciato un ricorso di incostituzionalità nei confronti del provvedimento sardo. Ad ogni modo, anche se ancora nessuna modalità è stata comunicata, il costo dei tamponi o test verrà rimborsata dalla Regione Sardegna che ha messo a disposizione anche un link attraverso il quale poter visionare la lista dei laboratori accreditati per effettuare i test: https://www.regione.sardegna.it/documenti/1_422_20200804092506.pdf. Nella circolare è anche stata fatta chiarezza  sulle persone in uscita dalla Sardegna e che vi facciano rientro entro le 48 ore, non saranno obbligate a presentare alcun tipo di certificato. “Considerato che, dalle analisi epidemiologiche -ha dichiarato il presidente Solinas- svolte per la ricostruzione delle catene di contagio, è emerso con chiarezza che la nuova diffusione virale è stata determinata in Sardegna dall’apertura dei flussi turistici, si è ritenuto indispensabile - mantenendo ferme le misure ordinarie di distanziamento personale, utilizzo delle mascherine, igienizzazione delle mani con soluzioni idroalcoliche, etc - prevedere un “filtro” in ingresso che non limita in alcun modo la libera circolazione delle persone ma incide sull’attività di screening ad ampio spettro dei soggetti positivi, anche asintomatici o paucisintomatici, consentendo di individuarli tempestivamente ai fini dell’applicazione dei protocolli sanitari in uso sull’intero territorio nazionale”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA