Il Tar Sardegna sospende l'ordinanza di Solinas sui test Covid obbligatori

 OLBIA. Governo 1 Solinas 0. Per tradurla in termini calcistici il ministro Boccia mette a segno una prima vittoria nel braccio di ferro tra Stato e Regione sui test obbligatori per i turisti in arrivo sull'isola disposti dal presidente Christian Solinas. Passa dunque la linea del titolare del dicastero degli affari regionali e le autonomie che aveva bollato come incostituzionale il provvedimento. A dare ragione al governo, l'accoglimento da parte del Tar Sardegna del ricorso presentato dall'avvocatura dello Stato che è stata incaricata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Una partita che comunque non è chiusa visto che l'udienza di merito si celebrerà il 7 ottobre prossimo. Fino ad allora, perché sospeso, decade l'obbligo di presentare il certificato di negatività agli imbarchi di porti e aeroporti o in alternativa l'obbligo di effettuare un tampone o un test sierologico nelle 48ore successive all'arrivo in Sardegna.  


 

 

 
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA