Golfo Aranci

La Alan Kurdi con a bordo 125 migranti fa rotta verso il porto di Olbia per lo sbarco

OLBIA. La nave Alan Kurdi con a bordo 125 migranti sta facendo rotta verso il porto di Olbia. L’autorizzazione è stata data dal ministero dell’Interno dopo l’avvio della procedura europea di ricollocamento dell’80 percento dei migranti fuori dall’Italia. Le persone a bordo della nave sono state salvate tra il 19 e 20 di settembre a largo delle coste libiche. A bordo della nave sarebbero presenti una cinquantina di minori.

Secondo quanto appreso di 125 persone solo 25 resteranno in Italia.  La decisione del ministero che ha la competenza in materia ha scatenato l’ira del presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas: “Una decisione presa dal Governo senza consultare la Regione Sarda, alla quale si chiede un ulteriore sacrificio oltre a quelli determinati dai continui sbarchi sulle coste del Sulcis. La concessione dello sbarco nel porto di Olbia ai 125 immigrati a bordo della nave Ong, dopo il diniego del governo francese”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA