Fratello e sorella maltrattano i genitori costringedoli ad andarsene di casa: interviene la polizia

OLBIA. Nei giorni scorsi, personale Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Sassari, ha notificato un decreto di allontanamento dalla casa familiare, emesso dal Tribunale di Sassari, nei confronti di due fratelli,un 22enne e una donna 25enne. I due ragazzi, tornati alla convivenza domiciliare coi genitori verso la fine del 2019, dopo un periodo di distacco dal nucleo familiare, avevano da subito manifestato un comportamento intimidatorio e violento, tale da costringere i due anziani a lasciare la loro abitazione.

L’attività posta in essere ha permesso di evidenziare vere e proprie aggressioni, maltrattamenti continui, umiliazioni, offese e furti, da parte dei due ragazzi, in danno soprattutto del soggetto più debole, la madre, spesso incapace di reagire e difendersi, se non con l’aiuto del coniuge, anch’egli vittima delle medesime vessazioni. Dopo la denuncia e la conseguente attività investigativa, il Tribunale di Sassari ha emesso l’ordine di allontanamento dei giovani, obbligandoli a lasciare la casa in cui convivevano con gli anziani genitori che, per mesi, hanno subito soprusi, violenze fisiche e psicologiche e pericolose intemperanze da parte dei figli.
L’incensante impegno profuso dalla Polizia di Stato in merito ai reati contro la persona, ha nuovamente evitato che episodi violenti non possano finire in tragedia come spesso la cronaca ci racconta.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

Campionato Italiano Raid TT 2020