Golfo Aranci

I Comuni di Arzachena e Palau puntano all’Europa

OLBIA. Il Comune di Arzachena e il Comune di Palau concludono la procedura di affidamento del supporto allo Sportello integrato Innovation Desk, frutto dell’accordo di collaborazione firmato a luglio 2019 dal sindaco di Arzachena, Roberto Ragnedda e dal sindaco di Palau, Francesco Giuseppe Manna. L’obiettivo è lavorare congiuntamente e conquistare maggiori opportunità offerte dall’Unione Europea attraverso finanziamenti diretti e settoriali finalizzati allo sviluppo del territorio.
 
La struttura operativa avrà uffici e personale dedicati in capo ad ogni Comune. La gestione dell’attività di supporto amministrativo, con sede ad Arzachena nel palazzo comunale ed a Palau nel palazzo Fresi, sarà curata della società TAG 18 di Cagliari in tre fasi. Dopo una prima di start-up, si procederà con l’avvio operativo dello Sportello Integrato e la presentazione di progetti UE, supportando il management amministrativo dei due Comuni. I costi dello Sportello saranno ripartiti al 50% sui bilanci dei due Comuni.

Così come per gli altri uffici pubblici in questo periodo, l’apertura dello sportello è limitata e resta, per ora, legata all’andamento dell’epidemia da Covid-19. L'iniziativa è promossa, per Arzachena, dal vicesindaco e assessore al Bilancio e alla Programmazione Europea, Cristina Usai. Per il Comune di Palau la delegata al progetto è la consigliera Maria Giuseppina Sanna.

Il percorso unitario è partito due anni fa, con la partecipazione dei rappresentanti di entrambe le Amministrazioni ad un seminario formativo sull’euro progettazione, organizzato a Bruxelles dalla Camera di Commercio Belgo-Italiana.
 
"Aprirsi a nuove opportunità e all’innovazione è prioritario. Le istituzioni devono collaborare e stringere relazioni per potenziare la loro azione. Parliamo di marketing territoriale, di sinergia e obiettivi comuni che diventano realtà, un fatto raro nella pubblica amministrazione. Palau e Arzachena sono territori affini e ricchi di connessioni identitarie. Finiti i tempi in cui si lavorava a compartimenti stagni. Al turista non interessano i confini territoriali. I visitatori cercano qualità, servizi e accoglienza ovunque si spostino - spiega Roberto Ragnedda -.L’Innovation Desk dà un segnale forte e implementa quel percorso di collaborazione iniziato fin dall’insediamento delle nostre amministrazioni. Lo sportello è un progetto pilota che è pronto ad accogliere altri partecipanti in vista di un coordinamento tecnico e politico utile ed efficace per la Gallura e la Sardegna".

"Un traguardo importante - sottolinea Francesco Giuseppe Manna-. Oggi, sigliamo un accordo con Arzachena, Comune che si occupa di turismo a livello internazionale e registra il maggior numero di presenze in Sardegna. Le esigenze di territori come i nostri sono molto simili: abbiamo necessità di infrastrutture, di investimenti in campo ambientale e nella blue economy. Questa unione è strategica e rafforza il peso di entrambi nell’ambito della ricerca di finanziamenti europei. La Comunità premia le collaborazioni tra istituzioni e siamo certi che i benefici per le nostre cittadine confinanti siano enormi e non tarderanno ad arrivare. La finalità che perseguiamo è anche quella di allargare la partnership ad altre realtà che condividano i nostri stessi intenti".

"L'accordo di programma siglato con l’amministrazione di Palau è il risultato di un percorso intrapreso circa 2anni fa. Il viaggio fatto insieme a Bruxelles ci ha permesso di giungere a questo risultato. Gli uffici saranno aperti e pienamente operativi appena avremo stabilità sulla situazione Covid - precisa Cristina Usai - Lo sportello si concentrerà sulla ricerca di finanziamenti e di partner internazionali per la realizzazione di nuovi progetti che porteranno benefici alle comunità di Palau e Arzachena".

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA