Al via da oggi a Olbia la nona edizione del festival della fotografia "Storie di un attimo"

OLBIA. Inizierà l’otto dicembre 2020, nei locali commerciali del centro della città la nona edizione del festival della fotografia Storie di un attimo 2020. Oltre ai locali commerciali del centro, saranno coinvolti i negozi Kara Sardegna, dell’aeroporto Costa Smeralda, e la Libreria Ubik di Viale Aldo Moro. La particolare situazione epidemica, che non consente l’apertura di musei e mostre ha suggerito all’associazione Argonauti una soluzione praticabile, resa possibile grazie alla disponibilità della Confcommercio di Olbia e dalle numerose aziende che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa. Argonauti spera anche, con questa scelta di sostenere per una minima parte le attività commerciali che hanno aderito al festival. Storie di un attimo prevede la presentazione di dieci mostre di vari autori, come da tradizione, dai grandi della fotografia ai professionisti, ai dilettanti evoluti.

Si parte con Paul Ronald, fotografo di scena di Fellini 8 ½, - lavoro che vuole anche celebrare il maestro in occasione dei cento anni dalla nascita-; il festival presenta 78 scatti inediti, recuperati con impegno certosino da Antonio Maraldi del centro cinema Cesena. A seguire I miei vicini, della fotografa olbiese Alita Spano, un reportage sulla comunità bengalese di Roma, soggetto anche del film Bangla, vincitore come film esordiente del David di Donatello 2020, Le vite degli altri, un reportage in bianco e nero di Eglido Trainito realizzato in varie parti del mondo, Epidemiologia Fotografica di Saverio Bellizzi, un reportage di un medico epidemiologico sassarese, oggi membro dell’O.M.S. , Lockdown, una riflessione fotografica di Francesca Caparelli sulla pandemia, La via lattea, di Giuseppe Tamponi sulla rivolta dei pastori, Macro e movimenti, un lavoro Macro di Gabriele Capretti, vincitore del Tipa 2020, Codex Sardinia, di Umberto Fara, reportage intimo della Sardegna più vera, Il Nepal che trema, di Alexander Baglioni, sul grave sisma che ha sconvolto kathmandu, e per finire Pandemia, una riflessione fotografica sul Covid 19. Le aziende che hanno aderito alla iniziativa sono: Intimissimi, Corso Umberto 128, Genny Corso Umberto 111, Sini e Conte, Corso Umberto, 101, Welcome into urban, Corso Umberto 11, Soro Fashon Store, Corso Umberto 108. Swaroski, Corso Umberto 108, Bimbisì in beauty, Corso Umberto 177, Poul & Shark, Corso Umberto, 49, Harry & Sons, Corso Umberto 112, Andros, Piazza Regina Margherita 4, Magnolia Parrucchieru & Estetica, Via Porto Romano 46, Ottica Priarone, Piazza Regina Margherita 29, Eyesland by Ottica Priarone, Corso Umberto 24, Messaggerie Sarde, Via delle Terme 11, L’ottico Ponsanu, Corso Umberto 44, Libreria Ubik, Viale Aldo Moro 97, Mammamamma, via Porto Romano 65, Kara Sardegna, Aeroporto Costa Smeralda.

Domenica 13, dalle 9.30 alle 13, nella Galleria Marchioni del corso ci sarà il tradizionale mercatino delle macchine fotografiche usate e di antiquariato, giunto anch’esso alla nona edizione. Gli organizzatori ringraziano l’assessora comunale alla cultura Sabrina Serra; l’evento è sostenuto dal Comune di Olbia nell’ambito del Bando Cultura 2020. Grazie anche alla Confcommericio di Olbia, e in particolare Pasquale Ambrosio e Nino Seu, a Geasar a Kara Sardegna e a tutti gli esercizi commerciali che hanno permesso di realizzare l’iniziativa.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

SIDDURA