Laboratorio di letteratura espressiva a Olbia, disponibile online su youtube: ecco come seguirlo

OLBIA. «Prosegue il laboratorio di lettura espressiva che fa parte del progetto “Leggiamo in tutte le lingue del mondo”, organizzato dalla Biblioteca Civica Simpliciana.  – afferma l’assessora alla cultura Sabrina Serra – Il progetto prevede la lettura di testi letterari ispano-americani, a cura delle lettrici madrelingua Nivia Iglesias e Cristina Lodi. Per rispettare le norme anti-covid, gli incontri si svolgeranno sul canale youtube della Biblioteca. Un’alternativa agli incontri di persona per non fermare le nostre attività».
La finalità del progetto è quella di far approcciare i ragazzi alla lingua spagnola attraverso la lettura ed in modo interattivo.

Gli incontri si apriranno con una presentazione del testo scelto e dei personaggi per poi proseguire con la lettura espressiva. Successivamente si procederà ad una rilettura del testo con l’introduzione del vocabolario, in un’atmosfera adatta a favorire il coinvolgimento dei bambini. Verranno poi effettuate attività per consolidare le nozioni trasmesse. I partecipanti al laboratorio potranno interagire inviando commenti e domande al numero whatsapp della biblioteca 0789 26710. Tutto il materiale sarà disponibile sul sito www.librami.it/olbia e sui canali social della biblioteca. I primi incontri, dedicati ai bambini di età tra i 6 e i 10 anni, e si terranno mercoledì 23, giovedì 24, martedì 29, giovedì 31 dicembre e martedì 5 e giovedì 7 gennaio, sempre alle ore 17:00.

Di seguito i titoli degli appuntamenti:
El descubrimiento de América: encuentro entre dos culturas (adaptación de varios textos históricos)
La yerba (leyenda argentina).
El zorro y el quirquincho (cuento chileno).
El cochero azúl (cuento cubano).
Il laboratorio “Leggiamo in tutte le lingue del mondo” è realizzato con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato della Pubblica istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA