Concerto di Natale Kor Vocal Ensemble nella cattedrale di Tempio Pausania, in onda su Gallura Live

OLBIA. La magia di un “Concerto di Natale” in onda giovedì 24 dicembre alle 22 su Gallura Live tra canti tradizionali e affascinanti melodie per chiudere nel segno della bellezza il progetto “In Itinere” e la Stagione Concertistica 2020 a cura dell'Accademia Musicale “Bernardo De Muro” con il patrocinio e il sostegno del Comune di Tempio Pausania e della Regione Autonoma della Sardegna e con il prezioso e fondamentale supporto della Camera di Commercio di Sassari attraverso il programma “Salude & Trigu”.

Sotto i riflettori il KOR Vocal Ensemble che schiera Alice Madeddu e Barbara Crisponi (soprani), Caterina D'Angelo (contralto), Manuel Cossu (baritenore) e Alessandro Porcu (baritono), protagonisti nella splendida cornice della Cattedrale di San Pietro a Tempio Pausania con un'antologia di brani indimenticabili per riscoprire la serenità e l'allegria dei giorni di festa.
Viaggio attraverso i secoli, dal Medioevo fino alle soglie del Terzo Millennio, tra raffinati virtuosismi e melodie popolari, per un evento speciale nel rispetto delle norme antiCovid e del DPCM del 3 dicembre (e successivo): tra arte e spiritualità, si rinnova in forma “virtuale” con la possibilità di raggiungere tutte le località della Gallura e dell'Isola – e idealmente di tutto il mondo – sul canale 815 del digitale terrestre e su Facebook grazie alla collaborazione con l'emittente Gallura Live, l'atteso appuntamento con il “Concerto di Natale”. In sala due spettatori d'eccezione: il sindaco di Tempio Gianni Addis e il vescovo di Tempio monsignor Sebastiano Sanguinetti.

Sacre e profane armonie per una notte in musica – dalle note evocative di “Heyr, himna smiður”, il popolare inno irlandese attribuito al poeta Kolbeinn Tumason, messo in musica da Þorkell Sigurbjörnsson, ai vivaci accenti di “Deck the Halls”, dall'originale “Romeo's Lullaby” di Barbara Crisponi alla celeberrima “Christmas (Baby Please Come Home)” di Phil Spector, Ellie Greenwich e Jeff Barry, incisa per la prima volta nel 1963 da Darlene Love, poi da artisti come Mariah Carey, Bruce Springsteen, Jon Bon Jovi, Joey Ramone, Michael Bublé e perfino dagli U2.
L'antico canto gregoriano “Ubi Caritas et Amor” di Paolino di Aquileia, cui si sono ispirati vari compositori contemporanei tra cui David Conte e Ola Gjeilo, nell'interpretazione del KOR Vocal Ensemble lascia il posto a un classico pezzo natalizio novecentesco come “Jingle Bell Rock” di Joe Beal e Jim Boothe, interpretato inizialmente da Bobby Helms poi, dopo la fortunata versione di Brenda Lee e innumerevoli covers, cantato da Mina nel “Christmas Song Book” e recentemente da Achille Lauro e Annalisa nell'album “1920”.

Il clima delle feste e il candore della neve nell'irrinunciabile “Let It Snow! Let It Snow! Let It Snow!” - resa famosa da Frank Sinatra e Bing Crosby, da Doris Day e Dean Martin, ripresa da Michael Bublé, Bette Midler, Kylie Minogue, Rod Stewart, Gwen Stefani e in Italia da Irene Grandi, Mina e Laura Pausini. Nel programma del “Concerto di Natale” anche il dickensiano - citato in “A Christmas Carol” - “God Rest You Merry, Gentlemen”, canto tradizionale inglese interpretato tra gli altri da Ian Anderson, Julie Andrews, Bing Crosby, Mariah Carey, Neil Diamond, Ella Fitzgerald, Loreena McKennitt, Carly Simon fino a Antonella Ruggiero, Neri per Caso, Cristina di Pietro, Annie Lennox e il crooner italiano Mario Biondi.
E poi “The Christmas Song” di Mel Tormé e Bob Wells, resa immortale da Nat King Cole accanto a “Twilight and Shadows” di Howard Shore, che rimanda alla saga de “Il Signore degli Anelli”, la suggestiva “Carol of the Bells” di Peter Wilhousky, ispirata a “Ščedryk”, un brano del compositore ucraino Mykola Dmytrovyč Leontovyč e interpretata da artisti come Charles Aznavour e Plácido Domingo, oltre alla Trans-Siberian Orchestra.
Incantevoli temi natalizi – da “O Holy Night”, il delizioso “Cantique de Noël” di Adolphe Adam con parole di Placide Cappeau, all'immancabile “Jingle Bells” di James Lord Pierpont (tra le versioni più conosciute e apprezzate, quelle di Louis Armstrong, Frank Sinatra, Luciano Pavarotti, oltre a quella dei Beatles) e pure un canto tradizionale spagnolo, “Arbolito”, famoso nell'interpretazione di Gloria Estefan. S'intitola “Foglia d'argento” il pezzo scritto da Manuel Cossu, che firma anche l'arrangiamento di un vertiginoso e coinvolgente “Christmas medley”, che racchiude le differenti melodie dedicate al mistero della Natività e alla pace tra i popoli.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA