Sequestrate ad Alghero mascherine anti-covid non conformi alle normative di sicurezza

OLBIA. In applicazione del Protocollo d’Intesa siglato il 9 ottobre 2020 dall’Agenzia Dogane e Monopoli – DT VI Toscana, Sardegna e Umbria e dal Comune di Alghero, finalizzato all’accertamento di violazioni in materia di diritti di proprietà intellettuale e in materia di sicurezza dei prodotti, i funzionari ADM di Sassari, in servizio presso la SOT di Alghero, unitamente all’ufficiale e agli agenti del Nucleo Tutela del Consumatore del Comando di Polizia Locale di Alghero, hanno eseguito un’operazione antifrode presso un punto vendita ubicato nella città di Alghero, che ha portato al sequestro amministrativo, ai sensi della L. 689/81, di diverse tipologie di merci che a vario titolo violavano le normative in materia di sicurezza dei prodotti:
*         -  300 articoli elettrici privi di marcatura CE o con marcatura non conforme; 

*         -  350 mascherine FFp2 e chirurgiche prive del certificato di conformità; 

*         -  20.000 filtri per tabacchi privi della necessaria autorizzazione per la detenzione e la 
vendita. 
Per tali violazioni è prevista una sanzione amministrativa che va da un minimo di 516 euro a un massimo di 25.823 euro per i prodotti non conformi agli standard di sicurezza, mentre per i prodotti con marcatura CE non conforme o assente è stata fatta la segnalazione all’Autorità Giudiziaria per ipotesi di reato di cui agli artt. 515 e 517 c.p. per frode in commercio e per uso di prodotti industriali con segni falsi o contraffatti. 


Tags: Covid Alghero
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione