Grande adesione degli studenti per la prima giornata di screening Covid a Olbia

OLBIA. Si chiude con una elevata adesione degli  studenti la prima giornata di screening nelle scuole secondarie di  secondo grado, che ha visto protagonisti oggi i ragazzi del Liceo  Scientifico "Mossa" di Olbia. Una risposta importante, segno di  responsabilità e senso civico che fa ben sperare nell'avvio della campagna di screening che interesserà tutte le scuole superiori della  Gallura.

Questa mattina, a Olbia, sono partite le operazioni organizzate dalla Assl gallurese, in collaborazione con gli istituti scolastici e le  istituzioni del territorio, che hanno coinvolto 150 studenti, numeri che dovrebbero raddoppiare sin dalla seconda giornata di convocazione, in  programma domani (le operazioni di screening al "Mossa" dovrebbero proseguire per tutta la settimana).

Lo screening prevede l'esecuzione del tampone antigenico rapido in seguito alla firma del consenso informato da parte dei genitori degli  studenti minorenni, e dei diretti interessati in caso di maggiore età. In caso di positività al tampone antigenico lo studente verrà  immediatamente contattato e, in collaborazione con il Servizio di igiene e sanità pubblica della Assl, sottoposto a tampone molecolare.
Orari e modalità di screening verranno comunicate agli studenti dagli stessi istituti scolastici: per evitare assembramenti verranno convocati  in orari diversi e scaglionati in piccoli gruppi, e l'esecuzione dei  test verrà effettuata in ampi spazi, come ad esempio palestre o grandi  aree didattiche.

L'adesione allo screening non è obbligatoria ma volontaria, per questo la Assl di Olbia, attraverso il personale del Distretto che si sta occupando delle procedure,  invita gli studenti a parteciparvi con convinzione, per il bene e la salute di tutta la comunità.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA