I fiorai davanti al cimitero di Olbia potranno proseguire l'attività, il sindaco firma l'ordinanza

OLBIA. «Così come condiviso e deciso durante la riunione di qualche mese fa con i diretti interessati, i fiorai davanti al cimitero potranno continuare la loro attività. – afferma il sindaco Settimo Nizzi – Con l’ordinanza n. 3 firmata oggi, abbiamo accordato loro il permesso di proseguire la vendita con mezzi mobili. Siamo perfettamente consapevoli che, quest’anno più che mai, è di fondamentale importanza tutelare il lavoro dei nostri concittadini. Nessuno di noi vuole che altre quattro famiglie perdano l’occupazione e ci siamo subito attivati per evitarlo».
L’ordinanza odierna rettifica quella della precedente amministrazione, datata 20/08/2015, e consente il commercio itinerante, per i venditori di fiori, piante e ornamenti funebri, anche ad una distanza inferiore a un raggio di 200 metri dalla linea perimetrale dei cimiteri. Con riferimento al cimitero di via Roma, viene precisato che l'attività potrà essere esercitata esclusivamente nelle apposite aree individuate e delimitate sul lato contiguo ai giardini di Padre Pio e che, per ragioni di viabilità e sicurezza e per consentire la pulizia del piazzale, gli spazi dovranno essere restituiti alla pubblica fruibilità dalle 19.00 alle 7.00.

«Durante la riunione che si era tenuta in Comune, era stata ribadita la condizione di abusivismo dei chioschi. Era stato comunicato ai proprietari l’ordine di demolizione e ripristino dei luoghi. Nuove strutture, questa volta in regola, nasceranno davanti al cimitero. Il Comune le progetterà e le assegnerà con bando pubblico, come previsto dalla legge. Nel frattempo, grazie alla nuova ordinanza, i fiorai potranno continuare a lavorare senza interrompere la propria attività» conclude Nizzi.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione