Olbia, mandato di cattura per sequestro di persona e violenza sessuale: due persone in arresto

OLBIA. I Carabinieri del Reparto Territoriale di Olbia nella prima serata di sabato scorso hanno svolto un servizio coordinato di controllo del territorio finalizzato, tra l’altro, al contrasto allo spaccio di stupefacenti nel centro cittadino e alla verifica delle misure di contenimento alla diffusione della pandemia da Covid-19. Nel contesto del servizio, che ha visto l’impiego di otto pattuglie delle Stazioni dipendenti e del Nucleo Operativo e Radiomobile oltre ad una unità cinofila dello Squadrone Cacciatori di Sardegna, sono stati tratti in arresto due soggetti ricercati poiché destinatari di ordini di carcerazione per il reato di sequestro di persona e violenza sessuale, spiccati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tempio Pausania – Ufficio Esecuzioni Penali.

I due italiani, S.P. e A.M., residenti a Olbia, entrambi disoccupati e con precedenti penali, sono stati rintracciati e tratti in arresto in un alloggio di fortuna in città e, dopo le operazioni di rito, trasferiti presso il carcere di Sassari Bancali dove dovranno scontare rispettivamente una pena di quasi tre anni e cinque anni e otto mesi il secondo.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione