Controlli della polizia per il rispetto norme anti Covid anche a Tempio Pausania

OLBIA. Nell’ambito delle attività predisposte per il contenimento della diffusione epidemiologica da virus Covid-19, ed anche nei servizi mirati alla prevenzione dei reati predatori, di divieto di assembramento e disturbo alla quiete delle persone, durate la decorsa settimana i controlli sono stati estesi anche nei principali comuni del Nord Sardegna, fra cui Tempio Pausania  e Ozieri. In particolare sono state controllate oltre 1300 persone e sono stati controllati 50 esercizi pubblici, con conseguente identificazione dei clienti e delle persone presenti all’esterno.

Durante le verifiche effettuate, gli agenti hanno riscontrato alcune irregolarità al corrente DPCM (assembramento di persone, mancato utilizzo dei sistemi di protezione DPI) che hanno portato oltre alla contestazione di sanzioni amministrative elevate nei confronti dei titolari, nonché alla temporanea chiusura di cinque attività. Sono state inoltre elevate sanzioni amministrative, in violazione della normativa di contrasto alla diffusione epidemiologica nei confronti di 20 persone.  I controlli si concentrati al centro storico di Sassari, presso un esercizio adibito alla vendita di alimentari, già sanzionato nel mese di dicembre, dove all’interno vi erano circa 10 persone, tutte sprovviste di mascherine e senza rispettare il distanziamento sociale, pertanto è stata disposta la sospensione dell’attività per la durata di cinque giorni.

Inoltre nel comune di Ozieri, sono stati segnalati all’autorità amministrativa alcuni avventori e chiuse temporaneamente tre esercizi adibiti alla somministrazione di bevande, per violazione alla vigente normativa sul Covid-19.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche