Un 36 enne olbiese già nei guai per furti e spaccio finisce in carcere

OLBIA. Nei giorni scorsi personale del Commissariato P.S. ha dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tempio Pausania a carico di C.Y.G. 36 anni Olbiese. L’uomo, già noto alle forze di Polizia per i suoi trascorsi giudiziari, affidato ai servizi sociali, attualmente stava scontando una lunga condanna comminatagli in via definitiva per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti. Tuttavia, l’uomo al quale era stata concessa una misura alternativa alla detenzione, si è reso protagonista di una reiterata serie di violazioni alla prescrizioni previste ragion per cui, in esito alle conseguenti segnalazioni a suo carico, si è visto revocato dall’Ufficio di Sorveglianza di Sassari il regime alternativo alla detenzione.   

Al termine di servizi di avvistamento il personale del Commissariato P.S. lo ha localizzato presso l’abitazione dei suoi genitori. La sua posizione si è ulteriormente aggravata quando nelle fasi dell’esecuzione dell’arresto i poliziotti, in esito alla conseguente perquisizione, hanno anche rinvenuto inequivocabili prove a suo carico circa alcuni furti consumati di recente ad Olbia in danno di abitazioni private e anche esercizi commerciali. Dopo le formalità di rito C.Y.G. è stato condotto presso il carcere di “Bancali” a Sassari dove, si ritiene, dovrà rimanere sino al termine della sua condanna.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche