Interviste autoprodotte e domande dei giornalisti filtrate, Odg e Assostampa strigliano Solinas

OLBIA. L'associazione della stampa sarda e ordine dei giornalisti con un comunicato stampa chiedono alla Regione maggiore comunicazione con i giornalisti. Le conferenze stampa filtrate, le interviste autoprodotte dallo staff e la mancanza di possibilità di confronto con i giornalisti mina la democrazia e la trasparenza della gestione delle cose pubbliche. "L’ingresso della Sardegna in zona bianca è un passo importante verso la riconquista della normalità. È tempo che tornino alla loro fisiologia democratica anche i rapporti fra chi esercita il potere in nome dei cittadini e chi fa domande per conto dell’opinione pubblica. Nei mesi scorsi il presidente della Regione si è concesso parsimoniosamente ai giornalisti, spesso attraverso “punti stampa” da remoto con quesiti filtrati e selezionati.

Ora comunica tramite interviste autoprodotte. I giornalisti hanno il diritto e il dovere di chiedere conto a chi ha il potere di come lo esercita. Evitare il confronto con la stampa non annulla le domande, lascia semplicemente i cittadini senza risposte".

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione