L'Hermaea a Golfo Aranci conquista le seconda vittoria consecutiva: finisce 3-1 contro Martignacco

OLBIA. Seconda vittoria consecutiva nella Poule Salvezza della Serie A2 per l’Hermaea Olbia, che supera Martignacco in quattro set e si porta a quota 24 punti in classifica. Prestazione di qualità e carattere per la formazione di Giandomenico, che dopo un primo set in salita ha preso prepotentemente in mano le redini della gara trascinata da una super Joly, autrice di 27 punti.

LA GARA – Coach Giandomenico ritrova Korhonen nel ruolo di opposto e la schiera assieme a Stocco al palleggio, Joly e Ghezzi in banda, Angelini e Barazza al centro e Caforio libero. La squadra ospite risponde con Carraro in diagonale con Smirnova, Fiorio e Pascucci in posto 4, Tonello e Rucli centrali e Scognamillo libero. Nel primo set le due formazioni vanno avanti a braccetto fino a quota 10, poi l’Hermaea accelera fino al +3. Dopo il timeout di Gazzotti, Martignacco si ritrova e sorpassa sul 17-20 grazie all’attacco vincente di Pascucci. Le olbiesi non riescono a tornare a contatto, allora le friulane ne approfittano chiudendo il conto sul 22-25 dopo il servizio out di Stocco.

La reazione delle hermeine nel secondo set è rabbiosa: la palla messa a terra da Joly vale subito il 4-0. Smirnova e compagne si riaffacciano sul -3, ma le olbiesi ne hanno di più e si riprendono l’inerzia dopo l’attacco vincente di Ghezzi che vale il 16-11 e induce Gazzotti a chiedere tempo. Al rientro in campo il canovaccio non cambia: l’Hermaea sembra aver già chiuso il conto dopo l’attacco out di Tonello che vale il 24-15. Le prime tra palle set vanno in fumo, Giandomenico interviene e le sue trovano il punto decisivo con Ghezzi (25-18).
L’inizio del terzo set sorride alle friulane, che mantengono a lungo un vantaggio nell’ordine dei 4 punti (Smirnova per il 7-11). Le cose sembrano mettersi male per le galluresi dopo l’errore di Korhonen che vale il -5. Proprio in quel momento, però, l’Hermaea cambia volto a mette alle corde Martignacco con 10 punti consecutivi propiziati da un’incontenibile Joly. Le isolane arrivano a toccare il 18-13, poi nel finale di set gestiscono agevolmente il margine di vantaggio accumulato. Il punto finale porta la firma di Piia Korhonen, positiva nonostante le condizioni ancora non perfette dopo il lungo infortunio alla caviglia.
La quarta frazione è una lunga battaglia punto a punto, con le due squadre si ritrovano in parità fino a quota 18. L’Hermaea prova un primo allungo sul 20-19, ma viene presto rimontata. A questo punto, però, il sestetto di Giandomenico cresce a muro e mette in piedi l’assalto decisivo: l’attacco fuori misura di Fiorio fissa il punteggio sul 25-22 e fa partire la festa delle olbiesi, che portano a casa la vittoria numero 7 in stagione”.
“Tenacia, lotta, energia e voglia: sono questi gli ingredienti non solo della vittoria di oggi, ma di tutta questa fase della stagione – commenta coach Giandomenico – non possiamo prescindere da del genere per fare risultato contro formazioni attrezzate come Martignacco. Questi tre punti alimentano ulteriormente il nostro entusiasmo. Stiamo bene e la sosta ci ha permesso di rimetterci in sesto. Ora ci godiamo il successo, poi avremo due settimane per preparare nel miglior modo possibile la gara interna contro Ravenna, altra squadra di alto livello”.
 
GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA - ITAS CITTA' FIERA MARTIGNACCO 3-1 (22-25 25-18 25-17 25-22) - GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA: Stocco 4, Ghezzi 16, Barazza 6, Korhonen 13, Joly 27, Angelini 3, Caforio (L), Zonta, Minarelli. Non entrate: Coulibaly, Poli, Nenni. All. Giandomenico. ITAS CITTA' FIERA MARTIGNACCO: Rucli 9, Smirnova 9, Fiorio 15, Tonello 6, Carraro 6, Pascucci 14, Scognamillo (L), Rossetto 3, Modestino 2, Braida, Cerruto. Non entrate: Cortella, Sangoi. All. Gazzotti. ARBITRI: Grassia, Verrascina. NOTE - Durata set: 27', 27', 25', 29'; Tot: 108'.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA