Tutti sintonizzati su Radio Mirtò per il mondiale di Rally in programma a Olbia

OLBIA. Si accende la voce del territorio. Radio Mirtò rinnova il suo volto all’interno del grande evento della tappa del Mondiale Rally WRC di Olbia, dal 3 al 6 giugno. Mirtò, il Festival internazionale del Mirto, da anni sinonimo di promozione per le eccellenze enogastronomiche e l’artigianato del territorio, ha deciso di giocare una nuova e importante carta al tavolo degli eventi dell’estate 2021. Si chiama Radio Mirtò, un format di successo che torna nei giorni del rally sulle frequenze dell’emittente radiofonica regionale Radio Super Sound e Radio Onda Stereo di Alghero. Una chiave multimediale che sarà però fornita anche dalla televisione e dai social. Grazie alla collaborazione con l’emittente Gallura Live, che trasmette sul digitale terrestre al canale 815 e sulle pagine social di Facebook, Instagram e Twitch, oltre al canale Youtube dedicato e l’emittente Telesardegna di Nuoro, al canale 14 del digitale terrestre. Poi ci saranno gli speciali trasmessi da Sky, piattaforma satellitare, sul canale ACI Sport TV, il nuovo spazio dedicato al motorsport italiano in onda sul canale 228 di Sky. Il canale sportivo, partito ufficialmente il 10 marzo 2021. Un connubio con la musica, quello celebrato da Radio Mirtò, siglato attraverso il marchio Ritmò, che ha caratterizzato gli eventi musicali andati in scena durante il Festival. Ma che nel tempo ha saputo abbracciare tanti appuntamenti: cultura, archeologia e la valorizzazione dell’artigianato artistico. Sempre partendo dall’elemento chiave, il mirto, simbolo ed esempio concreto della grande tradizione enogastronomica del territorio che Mirtò ha saputo rappresentare.

L’EVENTO. Così Radio Mirtò diventerà durante i giorni del rally un contenitore ideale che metterà insieme sport, enogastronomia, presentazioni di libri e tanta musica. Fondamentale sarà la collaborazione con l’Automobile Club di Sassari, che in rappresentanza dell’Aci nazionale sarà l’organizzatrice del Rally Italia Sardegna 2021, con la partnership della Regione Sardegna, per l’edizione numero 18 della tappa   valida per il mondiale WRC 2 e WRC 3, oltre il Campionato italiano Rally Terra. “La collaborazione con Mirtò nasce con il Mondiale Rally del 2014 ad Alghero, grazie all’intuizione di Antonio Turitto che pensò che nel paddock non dovesse essere ospitata solo la parte motoristica dell’appuntamento, ma anche eventi che rappresentassero la Sardegna – spiega Giulio Pes, presidente dell’Aci Sassari -. Da qui l’inizio della collaborazione con il team di Mirtò, che da allora svolge il ruolo di promotore del territorio nel mondo e ha lanciato il primo Festival internazionale del Mirto”. Il sodalizio con Mirtò, quindi, proseguirà anche con nuovi progetti: in primo luogo quello di individuare percorsi sia del Mondiale Rally che per la quarta edizione del Rally Costa Smeralda Storico, che si svolgerà i prossimi 30 e 31 ottobre, per coinvolgere le aziende del territorio nel promuovere i luoghi dove si svolgono questi due straordinari eventi motoristici, imperdibili occasioni e palcoscenici per la promozione dei prodotti tipici della Sardegna. In questo senso l’idea sarebbe quella della creazione di una App di promozione turistica che metta insieme i marchi di Aci Sassari e Mirtò, insieme ai vari Comuni coinvolti nel progetto. “Mirtò ha sempre dato lustro ad un evento sportivo atteso come il Mondiale Rally. Quest’anno svilupperemo progetti nel segno della continuità, per la promozione della Gallura, così come faremo, sempre insieme a Mirtò, per il Rally Costa Smeralda Storico – conclude Giulio Pes -. Lanciamo anche un segnale di ripartenza dello sport, si torna ad Olbia rispettando tutte le prescrizioni sanitarie, qui dove il rally ha mosso i primi passi, rispettando l’accordo di alternanza con Alghero”.

LE NOVITA’. Una evoluzione, dunque, nel solco della tradizione. Radio Mirtò mantiene vivo il suo dna, quello di dare spazio ai produttori di mirto. Ma ci saranno anche delle importanti novità. Come l’ingresso di Elena Bilardi come nuova responsabile del marketing di Mirtò. “Vogliamo ringraziare Giuseppe Pinna per il suo grande lavoro, lui è stato il padre dei marchi Mirtò - Città del Mirto, Shardana e Casa Sardegna, oltre a Ritmò, insieme con la designer del logo, Paola Governatori – spiegano dallo staff di Mirtò -. Facciamo a Giuseppe i migliori auguri per la sua candidatura alla carica di sindaco del paese natale, un impegno gravoso che crediamo affronterà con lo stesso impegno, serietà e professionalità dimostrati con Mirtò”. Sempre fondamentale il ruolo dell’assessorato alla Cultura del Comune di Olbia. Quest’anno Radio Mirtò inaugurerà una importante collaborazione con la Biblioteca Civica Simpliciana, proseguendo il connubio tra sport e cultura, attraverso la presentazione di libri ed altri eventi collaterali. “Per la prima volta abbiamo scelto di contaminare una manifestazione sportiva di livello mondiale, come il Rally d’Italia Sardegna, con la cultura – sottolinea Sabrina Serra, assessora alla Cultura del Comune di Olbia -. Il calendario degli eventi culturali darà il suo contributo per rendere ancora più speciale la magia del rally, in questo anno che vogliamo di piena ripresa anche per le politiche culturali e per il rapporto, sempre intenso, tra gli olbiesi, i visitatori e tutte le iniziative nel campo culturale”.

LA RADIO. Sarà quindi il programma radiofonico Radio Mirtò il nuovo contenitore che avrà il compito di diffondere il messaggio che sta alla base della filosofia di Mirtò fin dalla sua nascita: unire agroalimentare, artigianato, cultura, archeologia, musica intorno a un’idea di promozione del territorio. I partner saranno confermati, con in primo piano Confcommercio di Olbia e Confartigianato Gallura. Radio Mirtò entrerà dunque nei giorni del Mondiale Rally ad Olbia nel palinsesto di Radio Super Sound e Radio Onda Stereo, Gallura Live, Telesardegna di Nuoro e il canale Aci Sport al 228 del bouquet Sky Sport, con musica, interviste, una carrellata di ospiti, video delle edizioni precedenti. Ma soprattutto uno spazio in cui si parlerà di Mirtò, con il programma che andrà in onda nei giorni della tappa di Olbia del Rally mondiale, condotta dal noto speaker radiofonico Tommy Rossi. Sarà lui a condurre i programmi nel contenitore Radio Mirtò. “Radio Mirtò segue la linea tracciata dal Festival Mirtò, con piacere dopo tutti questi anni di collaborazione con Mirtò potrò condurre un programma che parla di ciò che ruota intorno al Festival internazionale del Mirto con un taglio radiofonico, dopo le tante esperienze fatte nelle radio della Sardegna” sottolinea Tommy Rossi.  Durante Radio Mirtò sarà anche presentato ufficialmente il nuovo album da solista di Tore Fazzi, storica voce dei Collage, che si chiama “Lughe Noa”, uscito l’8 maggio scorso. “Si tratta di un progetto nato circa un anno fa, in piena chiusura a causa della pandemia, un’idea che avevo da anni ma che si è concretizzata in quel momento, quando purtroppo con i Collage non potevamo suonare – spiega Fazzi -. Mi sono guardato allo specchio, ho ripescato vecchi brani che avevo scritto e ne ho composto di nuovi, ma soprattutto ho scelto di condividere le mie canzoni con altri autori sardi” Da qui le collaborazioni con Maria Luisa Congiu per “Lughe Noa”, la canzone che ha dato il nome a tutto l’album, o quelle con Maria Giovanna Cherchi, Emanuele Bazzoni o la figlia Francesca. “La ciliegina sulla torta è stata proprio l’interpretazione di una canzone popolarissima come “No potho reposare”, che però non avevo mai cantato, insieme a mia figlia Francesca – racconta Fazzi -. Sono felice di poter parlare del mio nuovo lavoro a Radio Mirtò, un programma che rilancia la radio come fondamentale strumento di promozione e che può dare una scossa nel panorama musicale sardo”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche