Porto Rotondo lancia gli eventi per l'estate 2021 con Nek, Danilo Rea e Mario Venuti

OLBIA. Il  Borgo dei fratelli Donà dalle Rose si prepara ad accogliere migliaia di turisti con un ricco ventaglio di appuntamenti che accompagneranno quest’estate di rinascita. Il Consorzio di Porto Rotondo, presieduto dal Prof. Leonardo Salvemini, presenta un calendario al quale collaborano la Fondazione Portorotondo, presieduta dal Conte Luigi Donà dalle Rose, lo Yacht Club Porto Rotondo, il Centro Commerciale Naturale, l’Associazione Giovani per Porto Rotondo e altri operatori, tutti uniti per dare un messaggio importante in una fase di auspicata ripresa economica e del turismo, in cui si spazierà da raffinati eventi musicali con grandi interpreti della musica nazionale e internazionale, a serate in cui protagonista sarà la moda, da eventi velici e gare di pesca ad esposizioni artistiche e degustazioni, dal cinema a serate dedicate ad importanti premiazioni. Si partirà il 25 giugno per concludersi a novembre e saranno tante le suggestive location interessate, per valorizzare le bellezze di un Borgo considerato un gioiello del turismo internazionale.

La Fondazione Portorotondo proporrà quest’anno una kermesse musicale con spettacoli che si alterneranno per 10 giorni consecutivi nei siti più suggestivi del Borgo: saranno 10 produzioni originali proposte da altrettanti gruppi e personalità di fama nazionale ed internazionale, con la partecipazione di artisti italiani e stranieri molto noti sulla scena musicale europea come il flautista catalano Anton Serra Pujadas, il jazzista Danilo Rea e la cantante rivelazione Emilia Zamuner, oltre ad uno dei più celebri concertisti italiani al mondo, Uto Ughi.

Il Festival partirà con un appuntamento eccezionale perché il protagonista sarà uno dei cantanti più amati, Nek che proporrà il 27 luglio un concerto acustico per un pubblico ristretto, a causa delle misure di contenimento contro la diffusione del contagio da Covid-19. Il giorno seguente la Piazzetta San Marco sarà animata da un concerto dedicato alle melodie popolari isolane con il coro Sos Astores di Golfo Aranci, diretto da Giuseppe Orrù, appuntamento molto atteso dai turisti che amano la cultura sarda e i canti tradizionali proposti dalle più importanti formazioni polifoniche a voci maschili. Il 29 luglio uno dei più geniali pianisti del panorama jazzistico italiano ed internazionale, Danilo Rea, proporrà in piazza San Marco alle 21:00 il suo intenso recital dedicato a Fabrizio De Andrè, un lavoro che ha riscosso i più ampi successi in prestigiosi festival in Italia e all'estero. La chiesa di San Lorenzo ospiterà il quarto appuntamento con il duo Katalis che vedrà protagonista il flautista catalano tra i più acclamati in Spagna, Anton Serra Pujadas che proporrà il 30 luglio alle 20:30 un concerto appositamente studiato per il festival che spazierà dalla musica barocca al repertorio del ‘900. Grande festa di tradizioni popolari il 31 luglio con la presenza dell’Associazione Mamuthones e Issohadores Atzeni di Mamoiada che sfilerà per il centro Porto Rotondo fino a chiudere la loro spettacolare esibizione in Piazza San Marco. Agosto inizierà con il concerto del Coro Terra Galana di Monti diretto da Carlo Deriu che si esibirà in Piazza San Marco alle ore 20:00. La fisarmonica virtuosa di Franco Corda sarà al centro del concerto del 2 agosto nella Chiesa di San Lorenzo con un itinerario di melodie celebri, tanghi e musiche da film. Il 3 agosto il festival si sposta nella piazza San Marco per l’esibizione di una delle rivelazioni del jazz italiano, Emilia Zamuner, giovane cantante e pianista che omaggerà le grandi stelle della musica americana del secolo scorso proponendo una scaletta di grandi successi. Il Duo Rossini, capitanato dal virtuoso Simone Onnis, primo sardo ad esibirsi alla Carnegie Recital Hall di New York, farà risuonare il 4 agosto le melodie operistiche rossiniane per due chitarre intervallate da rielaborazioni tratte da Vivaldi e Bach con l’incursione di alcuni cavalli di battaglia del repertorio chitarristico sudamericano. La chiusura sarà nel segno del celebre violinista Uto Ughi che ritorna a Porto Rotondo dopo 10 anni di assenza. Il suo attesissimo concerto, in duo col pianista Alessandro Specchi, sarà ospitato il 5 agosto alle 21:30 nel Teatro Ceroli. Un concerto anche questo per un pubblico ristretto a causa delle misure di contenimento contro la diffusione del contagio da Covid-19.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

Leggi anche

Campionato Italiano Windsurfer 2021