Tutto pronto per l'Italia Polo Challenge Porto Cervo, da mercoledì 21 a sabato 24

OLBIA. Con l’arrivo delle iscrizioni delle squadre, si sta velocemente concretizzando il quadro sportivo della prima edizione di Italia Polo Challenge Porto Cervo-Baylandi Cup (mercoledì 21/sabato 24 luglio). L’atteso evento internazionale, che riporta con la spettacolare formula dell’Arena Polo la più antica tra le discipline equestri in Costa Smeralda dopo oltre dieci anni di assenza, sarà ospitato nel Campo Sportivo Andrea Corba di Abbiadori nell’immediato entroterra di Porto Cervo, comune di Arzachena. "Eventi come l’Italia Polo Challenge -ha dichiarato l'assessora allo Sport e Spettacolo del Comune di Arzachena, Valentina Geromino- sono di caratura internazionale e permettono di stringere importanti partnership con federazioni, associazioni e aziende, creando opportunità di crescita e notorietà per il territorio. Si pensa già a far crescere la manifestazione per le future edizioni con eventi collaterali che possano coinvolgere un pubblico sempre più ampio. L’obiettivo è di far entrare stabilmente questa disciplina tra quelle praticate nel nostro territorio visto il legame della Sardegna con la tradizione degli sport equestri”.

Le quattro squadre partecipanti hanno già comunicato i nominativi dei tre giocatori che saranno in campo confermando così la partecipazione di 5 bandiere: Svizzera (Andreas Bihler), Gran Bretagna (Riccardo Paganelli) e Germania (Alexander Hauptmannn) con un unico rappresentante, oltre a Italia e Argentina rispettivamente con tre e sei giocatori. Gli azzurri sono Francesco Scardaccione, Therance Cusmano e Stefano Giansanti, tutti esponenti dello storico e blasonato vivaio della Capitale. Come in ogni torneo, per tecnicismo radicato nella tradizione e per quella talmente grande diffusione sul territorio nazionale che assegna al polo il titolo di sport nazionale, gli ospiti più attesi sono gli argentini Joaquin Maiquez (hp 6), Octavio Olmedo e Lucas Labat (entrambi 5 hp), Bautista e Jeronimo Fanelli (rispettivamente 3 e 5 hp) e Francisco Bensadon (hp7).

Quest’ultimo è una vera leggenda del polo e, come assicurano gli addetti ai lavori, lo spettacolo di vederlo in campo appagherà pienamente l’appuntamento sia dal punto di vista dell’agonismo che dello spettacolo sportivo. Pancho, così Bensadon per gli amici del polo e i tantissimi fans, è un vero e proprio leader e ha in passato giocato i massimi tornei del calendario internazionale compreso l’Abierto di Buenos Aires.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA