Quarantamila euro in contanti non dichiarati allo sbarco in aeroporto a Olbia: tre sanzioni

OLBIA. Ancora violazioni della normativa valutaria scoperte all’aeroporto “Costa Smeralda” di Olbia dai funzionari ADM di Sassari in stretta sinergia con i militari della Guardia di Finanza del Gruppo di Olbia, che in tre distinte operazioni hanno rinvenuto complessivamente circa 40mila euro.
Nella prima operazione il denaro, pari a 17.045 euro è stato trovato nel marsupio di un cittadino rumeno in partenza per Bucarest, che aveva tentato di occultare le banconote accartocciandole nella carta adesiva. La seconda operazione è relativa a una cittadina tedesca che ha dichiarato di trasportare 8 mila euro, ma al controllo la somma posseduta risultava essere pari a 11.100 euro. Nel terzo caso un cittadino russo ha provato a occultare l’intera somma posseduta, ossia 11.450 euro.

In tutti e tre i casi i trasgressori si sono avvalsi dell’istituto dell’oblazione provvedendo al pagamento della sanzione, così come previsto dall’art. 7, comma 1, del D.Lgs 195/2008. Dall’inizio dell’anno a oggi l’attività di contrasto al traffico illecito di capitali svolta dai funzionari ADM presso l’aeroporto “Costa Smeralda” di Olbia ha permesso di rinvenire poco meno di 300 mila euro non dichiarati con un recupero in sanzioni a danno dei trasgressori per oltre 61 mila euro.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica