Presentata la settima edizione di Benvenuto Vermentino a Olbia dal 27 al 2 di ottobre

di Davide Mosca
OLBIA. La scoperta di un territorio passa anche attraverso la conoscenza dei prodotti enogastronomici. E tra questi tra i più identificativi della Gallura c’è certamente il Vermentino  Docg. Un vino unico al mondo che racchiude le caratteristiche di una “Regione” bagnata dal mare, colpita dai venti impetuosi di maestrale, ma anche ricca di rocce granitiche che ne condizionano la “struttura”. Da lunedì 27 settembre a sabato 2 ottobre sarà possibile immergersi in questa affascinante e preziosa realtà grazie alla settima edizione di “Benvenuto Vermentino”organizzata dalla Camera di Commercio di Sassari Nord Sardegna, dall’Azienda Speciale di Promocamera, in collaborazione con il Comune di Olbia, il Consorzio di Tutela del Vermentino di Gallura Docg. Degustazioni, cabaret e musica, apericene, shopping night e cultura con il premio nazionale enoletterario “Vermentino” giunto alla sua quinta edizione e che vedrà il coinvolgimento dei ragazzi delle scuole superiori. Un programma ricchissimo di appuntamenti dopo lo stop dell’anno scorso imposto dalle normative anticovid. Benvenuto Vermentino nel 2020 si era spostato online. Tutti i particolari della manifestazione sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa nella sede della Camera di Commercio a Olbia.

Nonostante l’emergenza sanitaria - ha commentato Francesco Carboni, presidente di Promocamera - nel 2020 abbiamo deciso comunque di organizzare un’iniziativa 4.0 che ci ha assicurato una continuità. E nell’anno della ripartenza abbiamo deciso di dedicare una settimana intera alla manifestazione. Siamo alla settima edizione, ma per me è il primo anno da presidente di Promocamera e questo mi emoziona molto. Rispetto agli anni precedenti è stato un crescendo e  più di cinquanta attività di Olbia hanno aderito alla shopping night con i negozi che resteranno aperti fino alle 23. E quindi tra un acquisto e l’altro sarà possibile, nei negozi, degustare un buon bicchiere di vino. Tutti i giorni, poi, avremo “Apericena e Vermentino” con menu a tema”.  Il programma si svolgerà nel pieno rispetto delle norme vigenti anti covi.

Siamo reduci da due eventi a Olbia -ha spiegato Marco Balata assessore al turismo- che ci hanno reso visibili a livello internazionale e nazionale. Sto parlando del mondiale di acquabike e del campionato italiano windsurfer. Il Vermentino era presente nei paddock dei piloti di acquabike e siamo finiti su tutta la stampa araba.- Questo ci ha permesso di valorizzare il territorio. Noi siamo convinti  che quest’anno Benvenuti Vermentino avrà un grande successo. Olbia è ancora invasa di turisti e viene proposto un format simpatico grazie alla presenza nel cartellone eventi di due serate dedicate alla comicità con Pino e Gli Anticorpi e Giuseppe Masia”.  

Presente alla conferenza stampa anche Mariaamelia Lai , vice presidente della Camera di Commercio: “E’ nostra intenzione fare di questo evento una manifestazione dal sapore internazionale. I vini che andremo a portare non sono solo quelli nazionali, dalla Liguria, Piemonte, Toscana, ma anche dagli Stati Uniti, Sud Africa, Proovenza e Corsica. E se dall’estero stanno venendo qui da noi questo vuol dire che siamo diventati importanti e interessanti”.


Grande entusiasmo anche da parte della presidente del consorzio di tutela del Vermentino, Daniela Pinna: “Siamo nella culla del vermentino. Noi lo sappiamo, gli addetti ai lavori anche, ma al di fuori ancora si conosce poco questa realtà. E per questo che abbiamo bisogno di manifestazioni del genere perché abbiamo bisogno di comunicarlo a tutti. Il consorzio di tutela grazie anche a tutte le istituzioni del territorio che ci hanno accompagnato nasce nel 2008 e oggi stiamo riuscendo a coinvolgere tutte le cantine presenti nel territorio. Qualcuno di loro ha già inviato i propri prodotti”.  La settimana del Vermentino è stata organizzata in partenariato con Confcommercio Gallura, Cna Nord Sardegna e AIS.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA