Scherma, atletica, calcio femminile e badminton: al via i corsi della Polisportiva Porto Rotondo

di Davide Mosca
OLBIA. Lo sport come strumento educativo, di amicizia e di integrazione. Ne sono convinti i responsabili della Polisportiva Porto Rotondo che ieri pomeriggio, nel corso di una conferenza stampa a Olbia, hanno illustrato il programma delle attività per la stagione 2020-2021. Tante le novità messe a disposizione della città e tra queste il corso di calcio femminile, di atletica, scherma e badminton. Tanti i bambini e le bambine iscritti alla Polisportiva presenti alla conferenza che hanno assistito pazientemente  con vero spirito sportivo agli interventi che si sono susseguiti.

Il presidente, Ezio Setzi, introdotto dal giornalista Paolo Ardovino, ha ripercorso la storia della società nata nel 1986 con una squadra di calcio che militava nei tornei Uisp, poi in terza categoria. Da allora - ha ricordato Setzi- sono successe tante cose  e sono molto orgoglioso della crescita. Abbiamo creato una squadra che dal nulla è cresciuta tantissimo. Con un percorso che ci ha portato fino a oggi con l’attivazione di nuovi corsi sportivi che hanno l’intenzione di sviluppare sia l’aspetto fisico, ma anche educativo. Questa è la nostra filosofia”.

Ed è in quest’ottica di rinnovamento che la Polisportiva ha lanciato anche un nuovo logo disegnato da Giuseppe Ortu e dal sul team dell’agenzia “Visionare”. Il leone di Venezia, a ricordare le origini del fondatore del famoso borgo costiero, Il Conte Donà delle Rose, è stato aggiornato e si presenta senza pallone in virtù dei nuovi sport che la Polisportiva quest’anno propone. “Sono stato coinvolto come tecnico prima di tutto - ha commentato Ortu - perché  ho fatto atletica e questo mi ha portato a dare un contributo sotto l’aspetto del progetto sportivo. Ma da questa collaborazione è poi nata l’idea di fare qualcos’altro e così ho proposto un restyling del logo  con il leone di Venezia e le quattro discipline presenti. Ma anche uno “slogan”  “Amici nello sport” “Entra anche tu nella squadra”.

E’ un messaggio importante che vogliamo dare ai ragazzi . Il fairplay, con il rispetto nei confronti dei tecnici e dei compagni di squadra. Questa è la nostra visione di sport”.  E’ poi intervenuto il professor Pietro Pellegrino responsabile dell’area dell’educazione motoria: «Mai come oggi si parla di sport in Italia, anche alla luce della magnifica stagione azzurra. Lo sport ha molti doveri, qual è il suo vero ruolo? Noi abbiamo le idee ben chiare, lo sport dev’essere mezzo per permettere ai ragazzi di fare un percorso educativo di vita. Questa è la nostra mission: per noi il bambino è al centro del progetto formativo, non si tratta di puntare al solo risultato agonistico».


Presente all’incontro anche la società schermistica sassarese che darà il supporto alla Polisportiva Porto Rotondo per l’avvio dei corsi di scherma.
 Le iscrizioni sono ufficialmente aperte, i corsi di calcio sono già cominciati, al via l’atletica la prossima settimana e a seguire badminton e scherma. Per la scherma, si tratta dell’unico corso in Gallura, coordinato dalla Polisportiva col supporto del Circolo Schermistico sassarese. Al momento, per iscriversi e avere maggiori info è possibile contattare telefonicamente il numero 393.1873535 (Rossella, segreteria generale), 349.8810135 (Marco, referente diretto per il calcio), 347.6326458 (Pietro per l’atletica) o via e-mail all’indirizzo portorotondo1986@tiscali.it.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione