Podi e medaglie per gli atleti galluresi al 47° Campionato Italiano Windsurfer a Pittulongu

OLBIA. C’era un’agguerrita pattuglia di “locals” a portare sul petto il guidone del Circolo Nautico Olbia in questo campionato, una pattuglia numerosa ed agguerrita grazie a un mix agonistico fatto di braccia fresche e vecchie volpi.
Una buona fetta delle vecchie glorie olbiesi ha infatti ripreso a calcare le tavole per questa occasione.  Angelo Usai, Giorgio Spano, Cicci Masotti, Davide Gessa, Massimo Varrucciu, Franco Deiana, Enzo Palmieri e Roberto Soro ad esempio, tutti nomi che ricorrevano nelle classifiche delle regate di classe degli anni 80.
A loro si sono aggiunti Luca Fancello, Emerico Pala, Marco Terzitta, Gabriele Spano, Nicola Campus  


La pattuglia dei portacolori del Circolo ha trovato il suo nido ideale proprio presso la scuola di Vela di Nicola Campus adiacente al ristorante gestito dalla sua famiglia, nella spiaggia dello Squalo. Qui durante lo scorso inverno le rastrelliere si sono progressivamente riempite di tavole Windsurfer e di attrezzature nuove fiammanti.  Sempre da qui, senza mai perdere la vena goliardica che accompagna questo genere di attività, sono iniziati con molta serietà gli allenamenti preparatori alla competizione. Una formula evidentemente azzeccata che, nonostante il poco tempo a disposizione,  ha permesso al gruppo di brillare tra i 150 partecipanti raccogliendo ottimi risultati.


Tra questi, in particolare, l’ottima prestazione di Nicola Campus, che, nonostante due stop obbligati a ridosso dell’evento per due seri problemi fisici, ha conquistato un preziosissimo secondo posto nel Course Race, categoria medio-pesanti, dietro all’attuale campione del mondo Alessandro Torzoni. Campus, è riuscito più volte a stare davanti a Torzoni in andatura di bolina, ma quest’ultimo lo ha sempre ripreso e superato nelle andature di poppa. Ci saranno senz’altro altri appuntamenti agonistici per dargli del filo da torcere. Altro importante risultato è il terzo gradino del podio di Angelo Usai nel Course Race e nello Slalom, categoria pesanti. Nella ‘maratona windsurfistica’ della Long Distance (undici miglia da Olbia a Golfo Aranci) si è fatto valere invece Marco Terzitta, che si è piazzato al 14esimo posto assoluto (overall). Un risultato che fa ben sperare per il futuro di questa giovane. Lusinghiero infine l’undicesimo posto di Gabriele Spano nella Course Race. Oltre ai portacolori del sodalizio olbiese da citare senz’altro il risultato dell’atleta gallurese, Roberta Piras, che ha conquistato il terzo gradino del podio nel Course Race davanti alla fortissima Celine Bordier, già campionessa di Francia e del mondo. La Gallura, insomma, ha scritto ancora una bella pagina di questo meraviglioso sport.

In foto Angelo Usai, Nicola Campus, Roberta Piras, Giorgio Spano, Marco Terzitta, Massimo Varrucciu, Franco Deiana, Davide Gessa, Enzo Palmieri, Antonello Melca con sua figlia, Roberto Aversano.

Gli sponsor
Il Circolo Nautico Olbia è riuscito ad organizzare l’evento grazie alla sensibilità della Fondazione di Sardegna, del Comune di Olbia, della, Federazione Italiana Vela e dell’International Windsurfer Class Association.
Sponsor ufficiali della manifestazione sono: San Carlo, Taula Group, Euro Co.MI Mercedes Benz, First Bunker yacht fuel service, La Cantina del Vermentino di Monti, Wella, Acqua Smeraldina, Hotel Pozzo Sacro, Kapriol Italian Design, Cantina Gallura Tempio Pausania, Seabounty Tourist Services, Tecnoverde Garden e G-Tender, F.lli Uccula, Unipol SAI - Conti Assicurazioni, MaryAnn Fiorista, Tirrenia e Grimaldi, I Fresi, Farmacia Pittulongu, Moys-Marina di Olbia Yacht Service.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione