Anche l'associazione Prospettiva Donna di Olbia in campo per i diritti delle donne afghane

OLBIA. L’associazione Prospettiva Donna ha aderito all’iniziativa nazionale organizzata dalla  Fondazione Pangea Onlus per le donne afghane, scendendo in piazza con la P di Pangea sulla  mano. La stessa P che è stata il lasciapassare verso la salvezza per le donne di Kabul e che ora è diventato il segno di una promessa fatta loro dalla Fondazione Pangea: non vi lasceremo sole! Anche Prospettiva Donna ha così voluto lanciare un segnale, manifestando la sua vicinanza alle donne afghane e alla stessa Fondazione che da quasi vent’anni è impegnata sul  campo per dare una possibilità di emancipazione alle donne e alle bambine di Kabul.

Nel pomeriggio di ieri, operatrici, socie e soci di Prospettiva Donna, si sono riunite e riuniti nel  cortile della sede dell’associazione, con la P sulla mano, per ribadire insieme: non lasciamole  sole. «Abbiamo scelto di manifestare qui nella nostra piazza, nella sede del nostro Centro, perché questo è il luogo in cui le donne vengono per affrancarsi dalla violenza e sentirsi finalmente libere - commenta Patrizia Desole, presidente di Prospettiva Donna -. Esprimiamo così vicinanza a Pangea e a tutte le sorelle afghane». Pangea, che scenderà in piazza oggi, 25 settembre, continua senza sosta a portare avanti il suo lavoro in Afghanistan. Per informazioni sulla Fondazione, i suoi progetti e la raccolta fondi è
possibile consultare il sito www.pangeaonlus.org.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

Leggi anche

SIDDURA